Esce il libro Tomografia industriale. Viaggio alla scoperta dell’invisibile.

Esce in questi giorni il terzo libro scritto da Elisabetta Ruffino e Paolo Pollacino, fondatori di MotivexLab.

Tomografia industriale.
Viaggio alla scoperta dell’invisibile.

In questo libro scoprirai:
– Cosa è la tomografia computerizzata, come è nata e come si è affermata
– Che tipo di controlli tomografici si possono fare e su quali prodotti
– I vantaggi del Laboratorio Prove Integrato per il controllo qualità
– Una storia tutta italiana: come una PMI guidata da un ex pilota di rally si è trasformata in un modello che ha rivoluzionato il settore del controllo qualità, garantendo la consegna dei report in 24 ore
– Come si attira l’attenzione dei media  e si diventata oggetto di studio all’Università mettendoci la faccia e la garanzia

 

Cosa troverai all’interno del libro:
– La storia di un’eccellenza italiana: Gilardoni SPA, leader nelle applicazioni raggi X, dalle parole di Davide Baratto, Direttore Gilardoni SPA
– Come scegliere un fornitore di cabine tomografiche a cura di Paolo Pollacino
– Evoluzione, la parola magica che spiega la tomografia a cura di Daniele Bisi (Responsabile Lab. N.D.T. & Metrology – C.R.F.S.C.p.A., Vice Presidente AiPnD, Associazione italiana Prove non Distruttive, Responsabile Centro d’Esame ISO 9712 per 1°, 2° e 3° livello)
– MotivexLab, come si cambia paradigma e le regole del gioco col controllo qualità in 24 ore
– Flessibilità emotiva e Umanità aumentata, la ricetta di Elisabetta Ruffino per il team building e la soddisfazione cliente
– Battere la crisi (compreso Covid-19) con resilienza e competenza, il segreto di 22 anni di MotivexLab

Paolo Pollacino e Elisabetta Ruffino, autori del libro “Tomografia Industriale”

 

In verità il libro è la storia di tanti viaggi, in un percorso stratificato su più linee narrative. 

Elisabetta e Paolo ci guidano in modo semplice, accessibile a tutti, esperti e meno esperti, nell’entusiasmante viaggio alla scoperta dell’invisibile.

Dall’invenzione dei raggi X fino alla scoperta della tomografia e agli svariati utilizzi che questo sistema mette a disposizione della medicina e dell’industria. Dalla manifattura additiva (additive manufacturing) fino alle innumerevoli possibilità legate all’ingegneria inversa (reverse engineering). Ci raccontano dell’ingresso del “bunker rosso” della tomografia industriale (che avrai visto in tante immagini di questo sito) nella sede di Avigliana, e di come questo abbia rappresentato solo l’ultimo traguardo di una avventura coraggiosa, italianissima e forse anche un po’ folle….

 

L’interno del “bunker rosso” della Tomografia Industriale di MotivexLab

 

Ma questo terzo libro è anche un viaggio nel futuro digitale: un futuro che appartiene a noi tutti. Un futuro che gli autori disegnano su un nuovo modello di impresa. Basato su una serie di concetti innovativi messi a disposizione di tutti. 

Un modo di fare impresa che mette l’uomo al centro di tutto e che si serve del progresso tecnologico per aumentare la sua capacità – tutta umana – di essere flessibili, intelligenti e soprattutto emotivi. Gli autori la chiamano “flessibilità emotiva”: la capacità di potere cambiare il proprio stato emotivo in funzione della situazione:

“Il cliente non si aspetta il semplice “output macchina”. Si aspetta un rapporto umano vero e proprio. Ha bisogno di essere compreso e di comprendere, di essere sicuro. Quindi farà domande che dovranno essere ascoltate, e la cui risposta non è esente dal contesto in cui viene formulata la domanda In altre parole: si tratta di adattare il linguaggio stesso”.

Elisabetta Ruffino e Paolo Pollacino davanti al “bunker rosso” della Tomografia Industriale di MotivexLab

 

Il cuore del “metodo MotivexLab” è proprio un nuovo tipo di umanesimo. Declinato nel contesto del fare impresa, che poi è il modo in cui l’essere umano realizza se stesso all’interno del proprio contesto sociale. 

“Anziché di Realtà Aumentata ci piace parlare di Umanità aumentata.
Vale a dire: mettere al centro l’uomo, a partire dal cliente che pone delle domande. Siamo di fronte ad una vera e propria situazione di umanità aumentata quando l’Assistente Tecnico Personale interpreta le domande del cliente, e formula delle risposte non come semplice dato che esce dalla macchina, dal software, ma come racconto personalizzato. Il singolo dato viene contestualizzato anche in funzione dello stato emotivo del cliente (che prima di tutto è una persona).”

Su questo sito abbiamo parlato più volte della figura dell’Assistente Tecnico Personale. Ora grazie a questo nuovo libro ti sarà possibile comprendere davvero tutto il significato e la profondità della sua funzione.

Gli Assistenti Tecnici Personali davanti al “bunker rosso” della Tomografia Industriale di MotivexLab

Concetti che inseriti in questo nuovo umanesimo 2.0 assumono una portata più ampia, capace di modificare nel profondo il modo di fare azienda e di dare risposte al mercato e ai clienti.

MotivexLab da anni è conosciuto come un avamposto di innovazione. Ne hanno parlato giornali e riviste, tra cui ANSA, Quattroruote, La Stampa, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, Corriere della Sera. 

E lo testimonia il grande numero di recensioni dei nostri clienti e di chi lavora ogni giorno con noi. 

Lui, ex pilota di rally, nel 1998 fonda a Torino il Laboratorio Prove Materiali MTC srl, di cui è Amministratore Unico.
Lei, dal 2005 al suo fianco, prima si occupa di qualità e accreditamento SINAL – ACCREDIA, poi porta l’uomo al centro dei processi aziendali, con letture di libri al posto delle solite riunioni e l’impegno a metterci la faccia sempre.
Insieme nel 2015 fondano MotivexLab®️, rivoluzionando il mercato dei controlli distruttivi e non distruttivi, offrendo ai clienti la garanzia della consegna dei report in 24 ore.
Ispirati dalla velocità e sicurezza dei pit stop della Formula 1, creano un sistema che ha attirato l’attenzione dei media locali e non solo: Quattroruote, La Stampa, Il Corriere delle Sera, Il Sole 24 Ore, La Repubblica, Caterpillar RAI RADIO 2 hanno parlato di loro e del modello MotivexLab.
Insieme hanno scritto “Tutto e Subito”, edito nel 2018 da Il Salvagente come testimonianza diretta «degli imprenditori che hanno fatto dell’etica, dell’onestà e dell’interesse ai bisogni dei propri clienti, siano essi consumatori o altre imprese, i pilastri portanti della propria azienda». Storie di imprenditori e di imprese «che contribuiscono a tenere viva quell’eccellenza italiana in altri casi svenduta per un piatto di lenticchie».
Appassionati di sfide, nel 2020 intraprendono il percorso di certificazione NADCAP.

Questo terzo libro è quindi un nuovo traguardo nel fissare nero su bianco ciò che MotivexLab ha raggiunto in questi anni, ma è anche un punto di partenza per dare vita a uno scambio di idee attorno alle quali poter rendere sempre migliore il nostro mondo e le persone che lo vivono.


Richiedi subito la tua copia di “Tomografia Industriale. Viaggio alla scoperta dell’invisibile”.
Scrivi a laboratorio@motivexlab.com.

 

 

 

 

2020-06-30T16:58:44+02:00 martedì, 30 Giugno , 2020|Battere la concorrenza, Dicono di noi, Tomografia Industriale (CT)|