Prove distruttive 2018-08-23T11:52:11+00:00

Prove di laboratorio

Devi analizzare le caratteristiche dei materiali metallici impiegati nel settore automotive?

E soprattutto hai bisogno di ricevere i risultati delle prove in tempi molto rapidi perché:

♦ Devi avviare la produzione il più in fretta possibile e vuoi essere sicuro che il materiale in accettazione sia conforme?

♦ Hai avuto una segnalazione di una non conformità e vuoi sapere subito la causa, per fare un’azione correttiva e contenere immediatamente i danni?

♦ Devi confrontare i prodotti di diversi fornitori e vuoi garantirti il materiale migliore senza aspettare?

♦ Devi consegnare al tuo cliente i tuoi prodotti e ti servono i certificati ufficiali di controllo qualità, ma non hai tempo da perdere?

♦ Hai un campione che si è rotto o presenta anomalie e devi procedere velocemente con una failure analysis per sapere di chi è la colpa?

Chiama subito lo 011 93 70 516 oppure compila subito il modulo “CONTATTACI ORA” che trovi in fondo alla pagina, scrivi che tipo di esigenza hai, ti risponderemo subito e valuteremo insieme, senza impegno, se possiamo aiutarti. In caso affermativo, potrai accedere anche tu a MotivexLab® AutoMotive Test Express: risultati delle prove sulla tua scrivania in 24 ore e senza errori, o è gratis.

MotivexLab® AutoMotive Test Express può accettare un numero di clienti limitato perché per non farti  aspettare i risultati delle prove per più di 24 ore, siamo obbligati a rifiutare le richieste in eccesso rispetto a quelle a cui possiamo garantire i nostri standard di servizio: se non ricevi i report sulla tua scrivania in 24 ore e senza errori, ti restituiamo i soldi delle prove.

Le prove di laboratorio distruttive sui materiali allo stato di fornitura o sui componenti finiti o semilavorati, ti permettono di sapere se i tuoi prodotti e le tue lavorazioni (come la saldatura, la verniciatura, la zincatura, i rivestimenti e i trattamenti galvanici, i trattamenti termici ecc.) sono conformi rispetto alle principali norme internazionali dei materiali e ai capitolati tecnici delle case costruttrici di automobili.

Queste prove si chiamano distruttive perché prevedono il taglio e la preparazione dei campioni metallografici e delle provette, e anche quando non è necessario prelevare un saggio di prova, si vanno comunque ad alterare le condizioni originali del campione testato, per cui generalmente, il campione dopo la prova non è più utilizzabile.

Grazie alle prove distruttive puoi conoscere le caratteristiche chimiche, meccaniche e fisiche dei materiali metallici ferrosi, ghise, leghe di alluminio, zinco, nichel, rame.

Puoi determinare la composizione chimica, le caratteristiche meccaniche come carico di rottura a trazione, forza massima di tenuta, la durezza e microdurezza, le caratteristiche metallurgiche, la struttura del materiale, la dimensione del grano ferritico e austenitico, il livello inclusionale, la presenza e il livello di struttura a bande, l’andamento fibre, la decarburazione nelle viti.

Per la determinazione delle caratteristiche meccaniche MotivexLab® consegna in 24 ore i risultati delle prove di  trazione con rilievo del carico di rottura Rm, snervamento Rp0.2, ReL, ReH, allungamento A%, strizione, anisotropia; prove di compressione, prove di torsione e spiantaggio di viti e rivetti, prove di resistenza al taglio sui rivetti e sulle saldature a resistenza a punti a rulli e a rilievi; prove di resilienza (Charpy impact test) a temperatura ambiente e a basse temperature; prove di durezza (Vickers, Rockwell, Brinell), prove di microdurezza in cucitura per la verifica della profondità di tempra, carbocementazione e cementazione, carbonitrurazione e nitrurazione; misurazione della durezza degli strati di cromo, nichel, zinco; prove di sbottonamento/sbottonatura manuale e automatico su saldature a resistenza a punti e a rilievi.

Le analisi microscopiche su campioni inglobati in resina, lappati e attaccati con Nital 4 ecc., permettono l’identificazione delle strutture, (ferrite, perlite, sorbite, bainite martensite, austenite,ecc.) la misurazione dell’indice di grossezza del grano ferritico e austenitico, il conteggio inclusionale (JK), la valutazione di fasi intermetalliche, la ricerca di fasi intermetalliche dannose in acciai inossidabili ferritici, martensitici, indurenti per precipitazione, austenitici duplex austeno/ferritici, la classificazione della grafite nella ghisa, la valutazione del grado di bandeggiamento.

Inoltre è possibile eseguire la misurazione dei riporti sia con metodo microscopico ottico che con metodo con microscopio elettronico. Il metodo microscopico viene utilizzato nell’analisi delle saldature, del profilo di tempra ed in genere nell’analisi della decarburazione superficiale.

Le analisi macroscopiche possono essere eseguite su giunti saldati, materiali allo stato di fornitura, getti in ghisa, campioni e prodotti di materiali diversi e permettono l’analisi del fibraggio, quindi dell’andamento fibre, la valutazione delle porosità superficiali mediante attacco acido. L’esame macroscopico si caratterizza per l’osservazione con ingrandimenti fino a 50X dell’area analizzata.

Se invece sai già che il tuo campione non è conforme, perché si è rotto, oppure ha dei difetti o non risponde funzionalmente, esteticamente o progettualmente a ciò che ti aspettavi e vuoi scoprire di chi è la colpa di questo malfunzionamento, difetto, rottura, devi fare una failure analysis o indagine di rottura/fallimento. La failure analysis è un insieme di prove che indagano le caratteristiche del materiale e la tipologia di difetto riscontrato, per trovarne la causa. Di supporto e fondamentale per condurre un’indagine diffettologica, failure analysis, è il microscopio elettronico a scansione SEM EDS.

Grazie al SEM EDS è anche possibile eseguire l’analisi di riporti superficiali quali zincature, verniciature, cromature dal punto di vista morfologico e chimico; il monitoraggio delle imperfezioni delle verniciature (sfogliature, bolle), film sottostante e indagine delle problematiche di decapaggio.

Inoltre il microscopio elettronico a scansione permette di procedere alla determinazione e caratterizzazione di difettologie microscopiche quali inclusioni, contaminazioni; eseguire analisi di microfratture con distribuzioni disomogenee di elementi, indagare sulla distribuzione degli elementi chimici in particolari saldati e trattati termicamente, verificare la presenza di decarburazione, ossidazione superficiale mediante misura dell’ossigeno.

La microsonda EDS permette di effettuare la ricerca della cementite in fusioni di ghisa, la verifica delle particelle ceramiche e contaminanti in fusioni di alluminio, la caratterizzazione di particelle contaminanti quali silicati e corindone, ricerca e determinazione presenza fibre.

I controlli sulle saldature possono essere prove distruttive o controlli non distruttivi mediante liquidi penetranti, magnetoscopia o ultrasuoni.

Con le prove distruttive sui giunti saldati eseguite mediante esame microscopico e macroscopico secondo la norma UNI EN ISO 17639, verifichi se le tue saldature hanno i difetti classificati dalla norma UNI EN ISO 6520-1 e se sono conformi rispetto ai criteri di accettabilità definiti dalle norme internazionali o dai principali capitolati automotive, come per esempio il capitolato FIAT 9.50170 per i giunti saldati ad arco elettrico e a gas oppure il capitolato FIAT 9.50171 per la saldatura elettrica per resistenza a sovrapposizione.

Al controllo distruttivo delle saldature mediante esami al microscopio, prove di trazione, sbottonatura, prove di durezza su materiale base, materiale d’apporto, zona termicamente alterata, è possibile eseguire il controllo non distruttivo mediante ultrasuoni secondo i requisiti della norma FIAT 0.00029. Lo strumento a ultrasuoni Spot Checker KRAUTKRAMER permette di determinare la conformità dei punti di saldatura secondo norma FIAT 9.50171 per esempio.

La sezione dedicata alle prove di contaminazione e di pulizia tecnica (cleanliness test) secondo i principali capitolati automotive (FPT MA N 050, Ferrari, New Holland, Bosch, Magneti Marelli ecc.) che prescrivono di rilevare il quantitativo in peso, la granulometria, il conteggio e la composizione delle impurezze solide presenti su componenti motore e cambio.

MotivexLab® ti consegna in 24 ore la caratterizzazione completa dei residui, siano essi organici o inorganici, fibre, particelle dure base silicio alluminio ecc.

MotivexLab® è anche prove di nebbia salina, invecchiamenti accelerati e prove ambientali in camere climatiche con range di temperatura fino a -75°C.  Le camere a disposizione permettono prove in nebbia salina neutra e cupro salina acetica, scab indoor, prove di corrosione intergranulare, prove cicliche, prove di umidità, secondo le principali norme internazionali e i capitolati automotive di qualifica dei procedimenti di verniciatura e dei rivestimenti galvanici. (N.B. Le prove di corrosione hanno durate standard definite dai capitolati automotive e dalle norme internazionali, che non possono essere modificate, MotivexLab® ti garantisce l’inizio della prova entro 24 ore dal ricevimento del campione.)

Chiamaci ora, per qualsiasi dubbio o informazione, allo 011 93 70 516 oppure compila il modulo qui sotto scrivendo il tuo nome, la tua email e il tuo numero di telefono, un responsabile di MotivexLab® ti contatterà subito e senza impegno per verificare se possiamo aiutarti ad avere le soluzioni ai tuoi problemi di conformità del materiale entro 24 ore sulla tua scrivania. O è gratis.

____________________________________________

N.B. MotivexLab® Automotive Test Express riserva i suoi servizi ai soli clienti che ne fanno richiesta per primi: raggiunto il numero massimo di richieste, siamo obbligati a chiudere le prenotazioni delle prove, perché con noi ogni cliente ha la certezza della consegna dei rapporti di prova sulla scrivania entro 24 ore e senza errori, o è gratis.