Positive Material Identification (PMI) 2019-02-14T16:42:59+00:00

Positive Material Identification (PMI)

Devi identificare una lega metallica con il metodo
PMI secondo la norma ASTM E1085,
ASTM E322 o ASTM E572?
Hai avuto una problematica di mescolamento di materiale?
Hai necessità di riconoscere una colata di acciaio da un’altra?
Con l’identificatore di leghe metalliche PMI puoi eseguire una discriminazione dei campioni metallici e intercettare subito eventuali problemi di mescolamento.
Con MotivexLab prenoti le tue analisi ed entro 24 ore hai i risultati del controllo non distruttivo.
Telefona adesso allo 0119370516.

SI, VOGLIO MAGGIORI INFORMAZIONI

Cos’è il Positive Material Identification?

L’analisi chimica è una tipologia di prova per conoscere la composizione chimica di un qualsiasi prodotto. Esistono vari tipi di tecniche e vari campi di applicazione per l’analisi chimica. La tecnica PMI è un controllo non distruttivo per l’identificazione di leghe ferrose e non ferrose grazie all’utilizzo di specifica strumentazione portatile. Grazie a questo metodo è possibile andare a discriminare la tipologia di lega analizzata in pochi secondi e senza dover andare a distruggere il campione.
Questa tipologia di controllo non distruttivo si chiama anche SPETTROMETRIA A FLUORESCENZA A RAGGI X. Utilizza il principio dell’energia dispersiva da fluorescenza a raggi X, comunemente chiamata tecnologia XRF. Un punto di forza di questa metodologia di prova è il fatto che utilizza principalmente strumenti portatili e molto semplici da usare e questo permette di effettuare analisi direttamente sul posto.

Come funziona l’identificatore di leghe metalliche PMI

La spettrofotometria EDXRF (X-ray fluorescence spectroscopy o X-ray fluorescence) è un controllo non distruttivo che serve ad identificare una lega metallica ferrosa e non ferrosa di un campione grazie allo studio della radiazione di fluorescenza a raggi X. Questa radiazione è emessa dagli atomi del campione in seguito all’eccitazione che si ottiene fornendo al campione i raggi X ad alta energia. La tecnica EDXRF è molto conveniente nella produzione di strumenti piccoli e semplici da maneggiare. Le sorgenti radioisotopiche sono state sostituite da piccoli tubi a raggi X di bassissima potenza migliorandone la sicurezza nel trasporto. Gli strumenti portatili EDXRF non hanno bisogno di grosse potenze e sono normalmente alimentati da batterie che ne permettono l’uso per molte ore. L’utilizzo di questa tecnica è però limitato ad alcune tipologie di prodotto e non è possibile rilevare elementi come Carbonio, il Boro o il Silicio. Inoltre visto che l’analisi viene effettuata sulla superficie del campione, la presenza di un qualsiasi rivestimento non permette di svolgere la prova. A livello pratico, con uno strumento portatile, è sufficiente appoggiare la parte anteriore dello strumento sulla superficie da analizzare e effettuare l’analisi. Il risultato principale fornito dallo strumento è la denominazione della lega discriminante. Inoltre lo strumento fornisce le percentuali degli elementi rilevati, che però sono indicativi e non da considerare come risultato di un’analisi chimica vera e propria.

Le normative per il controllo non distruttivo dell’analisi chimica mediante tecnica PMI.

Le normative più utilizzate sono:
ASTM E1085 – Standard Test Method for Analysis of Low-Alloy Steels by Wavelength Dispersive X-Ray Fluorescence Spectrometry
ASTM E322 – Standard Test Method for Analysis of Low-Alloy Steels and Cast Irons by Wavelength Dispersive X-Ray Fluorescence Spectrometry
ASTM E572 – Standard Test Method for Analysis of Stainless and Alloy Steels by Wavelength Dispersive X-Ray Fluorescence Spectrometry.

SI, VOGLIO MAGGIORI INFORMAZIONI

Prenota in MotivexLab la tua analisi chimica con metodo PMI e ricevi i risultati del controllo non distruttivo entro 24 ore.
Telefona adesso allo 0119370516.

SI, VOGLIO MAGGIORI INFORMAZIONI