Controllo saldature 2018-08-23T11:56:06+00:00

Controllo delle saldature

♦ Devi mettere a punto il tuo processo di saldatura di componenti per il settore automotive e hai bisogno degli esiti dei controlli in tempo reale per settare i robot?

♦ Il tuo cliente ti contesta la bontà delle saldature e vuoi verificare subito se ha ragione o no, per poter intervenire tempestivamente con un’azione correttiva?

♦ Vuoi tenere sotto controllo il tuo processo di saldatura facendo dei controlli periodici sulle saldature di sicurezza ed evitare così di scoprire troppo tardi che qualcosa non va e rischiare costosi addebiti e campagne di richiamo?

MotivexLab® AutoMotive Test Express è la tua soluzione: certificati dei controlli sulle saldature per il settore automotive sulla tua scrivania in 24 ore, o è gratis.

Se ricevi i risultati delle macrografie e degli altri controlli sulle tue saldature in 24 ore:

1.puoi intervenire sui parametri di saldatura con sicurezza senza procedere per tentativi che ti generano costosi scarti e fermi produzione.

2.puoi modificare immediatamente il tuo processo di saldatura quando scopri che qualcosa non va e ti eviti lo stress di gestire una non conformità grave.

3.quando saldi particolari di sicurezza puoi dare al tuo cliente l’evidenza che il tuo processo è monitorato in tempo reale e qualsiasi deriva è subito intercettata. 

Per poter accedere a MotivexLab® e ricevere i certificati dei controlli sulle tue saldature in 24 ore, o è gratis, chiama ora lo 011 93 70 561 oppure compila il modulo “CONTATTI” che trovi in fondo alla pagina e chiedi informazioni su come ricevere in 24 ore sulla tua scrivania i risultati delle prove sulle saldature per il settore automotive.

Verrai ricontattato immediatamente per valutare insieme se riusciamo ad aiutarti a risolvere il tuo problema di controllo delle saldature. Ricordati che MotivexLab® non ha a disposizione centinaia di tecnici, quindi siamo obbligati a fare le prove solo per un numero limitato di clienti: i primi che si prenotano. Perché da noi nessun cliente deve aspettare i risultati delle prove per più di 24 ore. 

Il controllo delle saldature, nel settore automotive, è formato da una serie di prove e test che vengono effettuati su vari tipi di saldature (giunti saldati ad arco elettrico e a gas, saldature elettrica per resistenza a sovrapposizione, saldature a proiezione e a scarica capacitiva, ecc.); queste prove sono utili per tenere sotto controllo periodicamente i processi di saldatura oppure per qualificare il procedimento o il saldatore.

Qui di seguito sono elencate le principali tipologie di prove che si eseguono per il controllo delle saldature:

  • Esame visivo: questo controllo può essere eseguito su giunti saldati seguendo le normative internazionali di metodo quali la UNI EN ISO 17637 ed applicando i criteri di accettabilità di norme che descrivono i livelli di qualità delle imperfezioni quali la UNI EN ISO 5817, UNI EN ISO 10042. Per il settore automotive i maggiori capitolati di riferimento sono le norme FIAT 9.50170, 9.50171, ASME ed AWS.

Un attento esame visivo della superficie del giunto saldato e degli eventuali difetti affioranti è indispensabile per la corretta interpretazione dei risultati di altri tipi di controllo non distruttivo, in particolare quello ultrasonoro.

L’esame visivo sulle saldature, per esempio, permette di ottenere numerose informazioni sulla tecnica operativa adottata dai saldatori.

E’ il primo passo per l’individuazione di difetti dovuti a parametri operativi e metallurgici che possono essere evidenziati con esami più approfonditi quali l’esame macroscopico e microscopico dei giunti saldati.

  • Controllo non distruttivo mediante ultrasuoni: MotivexLab® è intervento just in time per controllo delle saldature a punti con strumento KRAUTKRAMER G.E. Spot-Checker in base alla norma FIAT 0.00029 e alle principali metodiche prescritte dalle cause automobilistiche.

Il controllo non distruttivo mediante ultrasuoni è concettualmente basato sullo stesso principio della tecnica radar: da una stazione di partenza sì invia un fascio d’energia (nel caso presente un fascio di ultrasuoni) che viaggia nel materiale in esame con una velocità costante e conosciuta e seguendo una direzione scelta dall’operatore.

Questa energia può essere riflessa indietro (di qui il nome di eco) quando incontra un “ostacolo” (nel caso del controllo ultrasonoro per esempio un difetto di saldatura) e ritorna alla stessa velocità verso la stazione di partenza, che può quindi misurare il tempo impiegato per il viaggio di andata e ritorno del fascio di energia e risalire a posizione e distanza dell’ostacolo incontrato.

La possibilità di inviare ultrasuoni nel campione e di riceverli di ritorno è basata sull’effetto piezoelettrico offerto dal quarzo e da altri materiali dielettrici.
Se le due facce opposte di una laminetta al quarzo vengono serrate tra due elettrodi facenti capo a un circuito alimentato da un generatore di corrente alternata, la laminetta si contrae o si dilata a ogni scambio di polarità tra i due elettrodi. Ciò genera le onde ultrasonore.

L’esame ultrasonoro viene utilizzato nel controllo delle saldature, fucinati, getti, lamiere e tubi. Le norme di metodo principali sono le UNI EN ISO 12680.

I controlli vengono effettuati da personale certificato secondo UNI EN ISO 9712.

Il personale MotivexLab® vanta un’esperienza pluriennale nell’esame mediante ultrasuoni dei punti di saldatura a resistenza con l’utilizzo di strumenti dedicati quali lo Spot Checker KRAUTKRAMER con sonde a colonna d’acqua, conforme ai requisiti della norma FIAT 0.00029 che permette di rilevare imperfezioni secondo quanto prescritto dai principali capitolati automotive, come per esempio la norma FIAT 9.50171.

I tecnici MotivexLab®, qualificati per il controllo con gli ultrasuoni, possono effettuare interventi in laboratorio oppure presso il cliente, redigendo un piano di ispezione in funzione del tipo di rilevamento da effettuare (controlli volumetrici, su getti, punti di saldatura a resistenza, cordoni di saldatura ad arco, ecc.). Questo piano di ispezione comprende la taratura dello strumento e la preparazione dei programmi.

In particolare per i controlli sui punti di saldatura è fondamentale effettuare la taratura dello strumento mediante l’analisi preliminare di piattine saldate mantenendo gli stessi accoppiamenti e gli stessi parametri di saldatura, sulle quali si possono individuare grazie all’esame macroscopico e microscopico e alla misurazione del nocciolo dopo sbottonatura eventuali anomalie (per esempio: punto bruciato, freddo, incollato, diametro del nocciolo minorato).

Questa operazione è molto utile per l’esame di punti di saldatura nel caso in cui si debbano mettere a punto processi di saldatura con conseguente settaggio dei robot dedicati, oppure per qualificare punti di classe “Report”, Critica” ed “Importante”(ad esempio secondo FIAT 9.50171 Saldatura elettrica per resistenza a sovrapposizione) .

Dopo la taratura e la messa a punto del piano di ispezione i tecnici eseguono i controlli sui particolari ed infine producono un report contente le informazioni sullo strumento utilizzato e gli ecogrammi dei particolari con la relativa interpretazione e giudizio di conformità.

  • Esame macroscopico: questo controllo è eseguito secondo la norma UNI EN ISO 17639 (ex UNI EN 1321) e consiste nel valutare la presenza di imperfezioni e difettosità macroscopiche e soprattutto le caratteristiche geometriche del cordone di saldatura.

L’esame macroscopico è una prova di importanza fondamentale in quanto può essere abbinato al controllo non distruttivo mediante ultrasuoni per tenere sotto controllo il processo produttivo soprattutto nel settore automotive dove i costi per fermo linea, addebiti e campagne di richiamo se qualcosa non va, sono esorbitanti.

Contattaci ora telefonando allo 011 93 70 516 oppure inserendo i tuoi dati nel modulo in fondo alla pagina, verrai richiamato subito da un esperto MotivexLab® e potrai toglierti l’ansia di sapere in 24 ore se le tue saldature sono conformi rispetto alle prescrizioni degli standard dei costruttori d’auto.

L’esame macro e i controlli con gli ultrasuoni  vengono richiesti sia nella fase di messa a punto del processo di saldatura, sia nella fase del controllo di produzione per quasi tutte le tipologie di saldatura per resistenza a sovrapposizione secondo il capitolato FIAT 9.50171.

L’esame macroscopico è un importantissimo controllo che il tecnico utilizzerà per confrontare i risultati ottenuti con gli ultrasuoni e quelli ottenuti con le macrografie per fornire al cliente un quadro completo e dettagliato del processo di saldatura.

  • Prova di durezza: la prova di durezza sui giunti saldati viene effettuata sul provino che si utilizza per l’esame macrografico, secondo al norma UNI EN ISO 9015-1.

Il test consiste nell’eseguire dei rilievi di durezza in base ad una numerazione prefissata per andare ad osservare se ci sono o meno differenze di durezza nelle varie zone specifiche: metallo base, zona termicamente alterata (ZTA) e la zona del materiale d’apporto (zona fusa).

  • Prova di trazione: questo test, eseguito secondo la norma UNI EN ISO 4136 (Prove distruttive sulle saldature di materiali metallici – Prova di trazione trasversale), serve per controllare il carico unitario di rottura e la posizione in cui avviene la rottura in un giunto saldato.Questo controllo può anche essere effettuato sulle saldature a punti e a rilievi, secondo la norma UNI EN ISO 14272 (Dimensioni della provetta e metodologia di esecuzione della prova di trazione con provette a croce di saldature a resistenza a punti e a rilievi) oppure si può eseguire la prova di taglio su saldature a resistenza a punti, a rulli, rilevi secondo la norma UNI EN ISO 14273).
  • Prova di piega e sbottonatura: ulteriori controlli che si eseguono per il controllo delle saldature sono le prove di piegamento sulle saldature di materiali metallici, secondo la norma UNI EN ISO 5173 e la prova di sbottonatura oppure pelatura su saldatura elettrica per resistenza a sovrapposizione; come definito nel capitolato FIAT 9.50171.

Tale prova particolare permette di valutare l’avvenuta saldatura tra le due lamiere e del diametro del nocciolo di saldatura, in seguito a rottura (a trazione o pelatura) che avviene lungo la superficie cilindrica del nocciolo.

Per avere un quadro esaustivo delle prove più adatte al tuo caso specifico, chiamaci allo 011 93 70 516 oppure inserisci i tuoi dati nel modulo qui sotto e prenotati per un consulto gratuito e senza impegno. Un responsabile del laboratorio MotivexLab® ti aiuterà a verificare le tue esigenze e se possibile, ti metterà nella condizione di avere i risultati dei controlli delle saldature in 24 ore sulla tua scrivania, o è gratis.

Per accedere a MotivexLab® però devi fare in fretta, perché i posti a disposizione sono pochi e chi arriva tardi perde il posto. Con noi nessuno deve aspettare i risultati delle prove di laboratorio per più di 24 ore.