La tua azienda sta giocando ai dadi con il tuo futuro per colpa delle non conformità?

Motivexlab giocare a dadi con il futuro

In questo periodo di grande incertezza, molte aziende giocano ai dadi col futuro dei propri dipendenti.

In particolare quando si ha a che fare con contestazioni per non conformità sulla produzione, certe scelte

possono mettere in pericolo il tuo TFR, la tua pensione, il benessere tuo e della tua famiglia.
Scopri anche tu se la tua azienda sta giocando con il tuo futuro.

Per affrontare una non conformità ci sono due atteggiamenti.
Quella dell’azienda seria e quella dell’azienda che non avrà un futuro in questo mercato sempre più difficile e competitivo.

L’azienda seria crea uno storico di controlli di qualità che gli permette quando salta fuori una non conformità, di avere le carte in regola per dimostrare al suo cliente che è vero che c’è stato un errore, ma comunque ha tutta la rintracciabilità dei prodotti.
L’azienda seria non è che non sbaglia mai o è esente da problemi e da non conformità.
Però sa quando ha immesso in lavorazione il lotto di materiale che si è scoperto essere non conforme, riesce a dare indicazioni per la rintracciabilità del lotto del materiale incriminato e a intervenire immediatamente per isolare il lotto critico o difettoso.

L’azienda che non ha futuro, che si arrabatta nella crisi cercando di sopravvivere, invece affronta la non conformità come un fulmine a ciel sereno.
Non ha rintracciabilità, non ha nessuna carta per dire al cliente “Ok, è vero, è successo un problema, ma ho tutti gli strumenti per limitare i danni e riportare immediatamente la situazione sotto controllo.”
E sai perché non ha niente con cui dimostrare di avere un procedimento operativo che non può ridurre a zero gli errori ma è in grado di tenerli sotto controllo e di limitare i danni?
Perché ha un modo di lavorare che non dà nessuna affidabilità al cliente.

Il cliente quando si verifica un problema di non conformità sulla produzione, come per  esempio una rottura di un componente meccanico, un difetto estetico di un rivestimento galvanico, una mancanza di tenuta delle saldature, un problema di stampaggio a freddo della lamiera, non può che aggredire il fornitore e massacrarlo.
Peccato che il pungiball in questo caso sei tu.

E allora ti ritrovi in un vortice in cui non hai il controllo né degli attacchi esterni né di quelli interni, magari da parte di un collega invidioso che pensa di fare carriera sulla tua pelle.
Il tuo cliente però non ha tutti i torti.
E’ un po’ come quando tuo figlio combina un guaio. Sul momento ti arrabbi, è normale, magari alzi la voce e lo sgridi duramente.
Però poi vai a vedere cosa è successo esattamente, come ha agito altre volte in circostanze simili, come si è comportato nell’ultimo periodo.
Se tuo figlio ha già accumulato una serie di non conformità e non ha dato nessun segnale di miglioramento, anzi si comporta sempre peggio, la tua reazione sarà molto più severa.
(In questo caso il cliente potrebbe richiedere un risarcimento danni, cancellare la commessa.)
Invece se tuo figlio ha fatto un errore, ma è pronto a rimediare, ti ha dimostrato che si è sempre comportato bene,  l’arrabbiatura ti durerà molto meno. E la tua reazione sarà molto più comprensiva.
Infatti  sai che è un bravo bambino, che ogni tanto sbaglia, che è normale sbagliare ogni tanto, che però di lui ti puoi fidare.

Ecco, questa è la parola chiave: fiducia.
Il tuo cliente deve poter avere fiducia in te e nella tua azienda.
E la fiducia non la crei con le chiacchiere ma con le azioni, in questo caso con i documenti che dimostrano che il materiale che gli hai fornito è stato sottoposto a un piano di controllo.

I guai succedono a tutti, a volte si tratta di materiale non conforme all’origine, altre volte di trattamenti termici con profondità e durezza non regolare, piuttosto che di difetti emersi in fase di lavorazione meccanica, di saldatura, di verniciatura.
Altre volte, i componenti meccanici si rompono  in esercizio, oppure si riscontrano non conformità in produzione.
Qualsiasi cosa accada non ti devi preoccupare se hai uno uno storico di controlli fatti attraverso prove di laboratorio eseguite da un ente super partes.
E se no?
Se non hai mai controllato un solo trattamento termico, la penetrazione di una saldatura, l’assenza di cricche mediante un esame micrografico, la verifica delle caratteristiche meccaniche con prove di durezza e di trazione, puoi farti prendere dal panico!

Sì, hai capito bene, non sto scherzando.
C’è di che preoccuparsi se non dai pronta l’evidenza che qualcosa è sfuggito, ma di base il processo produttivo, le lavorazioni speciali, i materiali, i trattamenti sono stati  controllati a campione con controlli non distruttivi e con prove metallurgiche.
Solo i certificati di prova dei controlli eseguiti darà al cliente la tranquillità di poter arginare il problema e saper quali lotti di materiale deve isolare e controllare, per evitare che la non conformità si espanda ulteriormente.

Lo so, non è una situazione felice comunque.
Ma ti assicuro che è mille volte meglio di quando ti trovi ad affrontare una non conformità senza uno straccio di  evidenza di aver fatto qualche controllo.
L’evidenza è un rapporto di prova, non uno straccio 😉 !

Quando non ci si è neanche preoccupati di controllare che i certificati che accompagnano i materiali non riportassero valori di analisi chimica degli elementi uguali alla terza cifra decimale per decine di lotti.
No, non sto sognando. Ti assicuro che li ho visti con i miei occhi.
La probabilità di avere analisi di colata di materiali metallici identiche alla terza cifra decimale è come vincere al Superenalotto 10 volte di fila!
In molti anni di attività ho visto passare sotto i miei occhi più di 40 mila certificati di prove di laboratorio, e ti assicuro che ne ho viste di tutti i colori.

Torniamo al cliente arrabbiato che ti telefona alle 5 del pomeriggio di uno splendido venerdì di primavera.
Tu hai già la testa nel week end, hai promesso ai tuoi bambini di portarli a passeggio sabato e domenica, e invece no.
Scoppia un casino. Il tuo cliente è furioso e ti comunica che hanno riscontrato una non conformità grave, magari con reso dalla rete.
In azienda nessuno riesce a  capire a quando risalgono quei campioni, come erano stati lavorati. Il tuo capo è nero, anche a lui sta saltando il week end, e qualcuno ai piani alti sta tremando che non siano solo i week end a saltare.
Qualcuno inizia  a preoccuparsi per gli addebiti: si parla di cifre a 5 o 6 zeri.
Il cliente minaccia blocchi dei pagamenti, bisogna capire che cosa è successo.
No, non lunedì, subito.
Che fai? Inizi a chiedere preventivi su prove che tu ritieni utili, perché qualcuno ti ha detto che una volta ha fatto fare una prova così?
Oppure ti rivolgi a un team di esperti che prende in mano la situazione e inizia una failure analysis immediatamente ed è in grado nel giro di poco di darti le prime indicazioni sulla causa della non conformità?
Questi clienti hanno scelto di rivolgersi a noi, e come puoi vedere sono stati molto contenti che gli abbiamo risolto il problema in fretta!

testimonianza cliente soddisfatto

 

ringraziamento cliente

Se vuoi goderti più week end di quelli che ti godi oggi, non aspettare di avere un casino per una non conformità, fai controllare periodicamente le tue produzioni, così quando scoppierà una tempesta, avrai il tuo laboratorio di fiducia che interverrà in tempo zero per risolverti  il problema.

Inoltre il laboratorio prove preparerà per te tutta la documentazione per aiutarti a chiarire col tuo cliente cosa è successo e di chi è la colpa, dandoti tutte le informazioni  per decidere un’azione correttiva nel più breve tempo possibile.

Ricorda che quando hai una non conformità in produzione,  ciò che costa non sono le prove di laboratorio che ti dicono che cosa è successo, ma il tempo sprecato in attesa dei risultati che ti indicano cosa fare per bloccare la causa della non conformità.
Nel settore automotive quando si riscontra una non conformità si bloccano le linee produttive e i ritardi che si causano possono costare migliaia di euro.

Mi  capita spesso di  fare un paragone tra un problema nella trasformazione dei materiali e il mal di denti.
Tanto per cominciare è molto difficile scoprire di avere un dente marcio se regolarmente ti sei affidato a un professionista serio che ti ha controllato periodicamente la bocca.
In più , con controlli periodici, hai tenuto sotto controllo lo stato di salute dei tuoi denti, senza dover spendere un patrimonio,  perché il dentista ti ha fatto dei piccoli interventi di volta in volta.
Altra storia è aspettare di avere un mal di denti folle.
A questo punto rivolgersi a 3 dentisti, chiedere ad ognuno quanto costa un’otturazione e poi rivolgersi a quello che costa meno per farsi fare l’otturazione.
Non credo esista al mondo un dentista che lavora così. Il dentista cosa fa?
Ti dà un appuntamento per verificare bene quale è il tuo problema.
Poi ti spiega cosa è necessario fare per farti passare il mal di denti.
E’ lui che ti dice quale cura è meglio fare.
D’altronde il professionista esperto di denti è lui, mica sei tu.
Bene, in caso di non conformità e di failure analysis, cioè di analisi per cercare le cause di una difettologia riscontrata, è la stessa cosa.

E’ il laboratorio prove che ti dice quali prove devi fare, non sei tu che devi farlo.
Puoi affidarti con tranquillità agli esperti che lavorano tutti i giorni per risolvere  problemi di non conformità del materiale, indagini per cause di rottura, failure analysis.
Tutte casistiche simili al problema che hai tu adesso, e che i tecnici di laboratorio ti risolveranno perché sono professionisti in questo.
Sono specializzati nel ricercare le cause delle non conformità dei componenti metallici.

 A volte arrivano dei clienti che mi fanno sorridere perché insistono nel volere un certo tipo di prova, con la quale, secondo loro, scopriranno la causa del loro problema e lo risolveranno.
Fanno fare la prova senza ascoltare il parere dei tecnici di laboratorio esperti, e poi si stupiscono che non hanno scoperto di chi era la colpa del loro problema.
Mi fanno sorridere ma in realtà mi fanno dispiacere.
Sì, perché mi dispiace che, a causa di un ufficio acquisti un po’ rigido, si trovano  a sapere benissimo che quella prova non servirà a risolvere il problema, ma i budget sono quelli.
I budget per le emergenze non li avete? Bene, allora chiudete subito!
Se non volete chiudere stritolati dalla concorrenza e dai costi delle non conformità, mettete a budget un controllo serio e periodico delle vostre produzioni.
Se no, dovrete poi intervenire a tempesta scoppiata, all’ultimo minuto, perché siete nei guai col vostro cliente che minaccia di addebitarvi i danni del materiale non conforme che gli avete venduto.
Sì, se torniamo all’esempio del dentista, stiamo parlando di rimanere senza i denti o affrontare la spesa e il disagio di un impianto di denti finti.

Non ti butto nel panico così tanto per divertirmi.
Io sono sinceramente triste di sentire che molte aziende stanno chiudendo, mettono il personale in cassa integrazione, fanno tagli spaventosi perché non riescono a sostenere i costi, perché il loro prodotto non si differenzia per qualità e quindi viene comprato a prezzi sempre più bassi e in quantità sempre minori.
Tante aziende sperano che vada sempre tutto bene, pensano che basta avere il saldatore con il patentino o la certificazione ISO 9001 e che quindi non c’è niente di cui preoccuparsi.
E’ veramente uno strazio per me.

E che gioia invece quando parlo con imprenditori come Marco Marcantoni.

Marco Marcantoni

Marco come puoi leggere qui grazie alla specializzazione e alla scelta di garantire la qualità totale dei propri prodotti grazie a controlli, può espandere la propria attività sia in Italia che all’estero.

Io mi auguro che tu non sia di quelli che non fanno mai un controllo della qualità dei loro prodotti.
Voglio però dirti che nel caso ti trovassi nei guai  e dovessi fare una failure analysisi in fretta,

MotivexLab™ è Automotive Test Express: risultati delle prove di laboratorio in 24 ore sulla tua scrivania, o è gratis!

Se anche tu vuoi ricevere i tuoi report sulla scrivania in 24 ore telefona allo 011 93 70 516 oppure compila il modulo in fondo alla pagina.

 

By | 2017-05-18T11:10:03+00:00 febbraio 25th, 2015|Consegna urgente garantita, Failure analysis|0 Commenti

Scrivi un commento