FOCUS: LA FOSFATAZIONE

Fin da piccola ho avuto un forte interesse per le scienze.
Ricordo che con il piccolo microscopio del laboratorio di biologia osservavo l’infinitamente piccolo, perdendomi in quel mondo di così grande complessità in così piccola grandezza…

Sarà questo che negli anni ho intrapreso una formazione di carattere scientifico e che poi sono approdata nell’unico laboratorio prove che utilizza microscopi di ultima generazione e che con questi ti garantisce i risultati delle prove di laboratorio in 24 ore oppure è GRATIS: MotivexLab!

Oggi non parleremo di biologia, ma voglio chiederti se hai mai provato ad osservare materiali metallici ad alti ingrandimenti? Se ti occupi di prove materiali e di testi di conformità senz’altro è il tuo pane quotidiano… ma se ti stai affacciando a questo mondo vorrei darti qualche informazione in più. In particolare voglio parlarti di fosfatazione.

La fosfatazione è un processo chimico
attraverso il quale la superficie di un materiale metallico viene modificata a causa del deposito di cristalli fosfatici.

Per quanto possa sembrare incredibile, in realtà si tratta un processo molto comune: basti pensare che la fosfatazione rappresenta il trattamento di routine per la preparazione alla verniciatura delle lamiere di acciaio nell’industria automobilistica. Questo perché conferisce al materiale la resistenza alla corrosione necessaria in una vettura.

I vantaggi della fosfatazione sono essenzialmente tre:

– Aumento della resistenza alla corrosione

– Aumento dell’adesione degli strati successivi di vernice

– Diminuzione del coefficiente d’attrito di campioni in olio lubrificante

Su questo sito abbiamo parlato di fosfatazione in numerose occasioni, con contributi anche molto approfonditi. Come questo articolo: “Viaggio tra i cristalli della fosfatazione con il microscopio elettronico SEM EDS“, in cui viene spiegato nel dettaglio – proprio con un viaggio nell’infinitamente piccolo – il significato della fosfatazione e in che contesto viene utilizzata nelle prove di laboratorio.


Nella valutazione del rivestimento di fosfatazione vengono valutate essenzialmente due caratteristiche:

– la misurazione dello spessore
– la determinazione della natura chimica e morfologica dei cristalli.

Il Laboratorio prove MotivexLab fa riferimento a capitolati specifici, ma i più utilizzati nel settore automotive sono FIAT AUTOMOBILES 9.57408, IVECO STANDARD 18-1106 e VOLKSWAGEN TL 235. Nell’articolo che ho citato poco fa ti veniva spiegato perché sono utilizzati questi standard e il loro significato.

Ma in sintesi posso dirti che lo spessore locale minimo del rivestimento di fosfatazione viene valutato con una analisi micrografica di una sezione trasversale della superficie, con ingrandimento fino a 1000x, in accordo con la norma UNI EN ISO 1463.

Per l’analisi della morfologia dei cristalli invece viene utilizzato un microscopio elettronico a scansione SEM, mentre per la determinazione composizione chimica ci si affida ad una microsonda a dispersione di energia EDS.
Ed è grazie a questo tipo di analisi che è possibile stabilire il tipo di fosfatazione eseguita, che può essere quindi allo zinco o al manganese. E qui che viene il bello: ciò che facevo finta di vedere quando a scuola guardavo dentro il microscopio del laboratorio di biologia. Ossia che in base al tipo di fosfatazione eseguita risulteranno dei cristalli di forme diverse, impossibili da confondere.

Per la fosfatazione allo zinco vedremo di cristalli dall’aspetto aghiforme o lamellare, con una dimensione compresa generalmente tra i 10 e 30 µm.

In quella al manganese, invece, i cristalli saranno a struttura prismatica, con spigoli arrotondati e parzialmente sovrapposti e con una dimensione compresa tra i 10 ed i 15 µm.

Come avrai certamente capito per questo tipo di esame serve un microscopio altamente tecnologico, cioè un microscopio elettronico SEM con microsonda EDS, perché ci permette di osservare dettagli nell’ordine dell’infinitamente piccolo.

Se a ciò uniamo anche che le immagini del SEM sono di altissima qualità, non posso che cercare di farti immaginare quanto questi esami rivelino in realtà uno spettacolo quasi mozzafiato.

Davvero incredibile vero? Sono certa di di avere attirato la tua curiosità!

E ricorda che MotivexLab è l’unico laboratorio prove in Italia che esegue i test di fosfatazione FIAT AUTOMOBILES 9.57408,
IVECO STANDARD 18-1106 e
VOLKSWAGEN TL 235
e ti consegna i risultati in 24 ore sulla tua scrivania, e se questo non avviene, le tue prove sono gratis!!

Non ti resta che prenotare la tua prova di laboratorio, quindi chiama lo 011 9370516, oppure compila il modulo a fondo pagina per essere contattato da tuo Assistente Tecnico Personale, che ti seguirà la tua commessa in tutte le sue fasi.

E se ancora hai qualche dubbio, ascolta le parole di chi a MotivexLab si è già affidato con soddisfazione e successo… 
Lui è Andrea Badio, Responsabile Qualità di Fiera srl, ditta che si occupa di fornitura di fissaggi tecnici per le principali case automobilistiche, tra cui Ferrari.

I VANTAGGI PER TE

NO a lunghe attese per ricevere i risultati delle prove richieste;

NO a report incomprensibili e scritti in “tecnichese”;

NO ad interminabili telefonate in attesa di qualcuno che ti aiuti.

 

2019-11-19T18:01:05+01:00 martedì, 19 Novembre , 2019|Battere la concorrenza, Laboratorio accreditato, Prove di laboratorio, Prove distruttive|