AUTOMOTIVE E TOMOGRAFIA INDUSTRIALE: QUANDO SI INCONTRANO?

Nel campo dell’automotive ogni giorno si sviluppano tecniche di produzione sempre nuove.
Se anche tu ti occupi di Controllo Qualità, ti sarà capitato di imbatterti in prodotti realizzati in Additive Manufacturing.

Diversi sono i vantaggi della produzione mediante questa tecnica.
Più complicato invece il discorso sul controllo.

Se per le Prove Distruttive i test sono in linea di massima gli stessi, sono invece differenti per i Controlli non Distruttivi, o CnD.

Ma andiamo per ordine.

La tecnica di Stampa 3D nasce alla fine degli anni ’70, quasi in contemporanea con la prima stampante a getto d’inchiostro.
Per quanto riguarda il primo brevetto di stampante 3D dobbiamo invece ringrazia l’ingegnere, inventore e imprenditore statunitense Chuck Hull, oggi cofondatore, vicepresidente e CTO della 3D Systems, una delle aziende leader di mercato nella produzione di stampanti in ambito industriale.

Sempre a Mr. Hull dobbiamo l’invenzione della stereolitografia (più nota come prototipazione rapida) e del formato STL (Standard Triangulation Language), un tipo di file nato per i software di stereolitografia CAD.

Oggi la Stampa 3D viene utilizzata al posto di tecniche di produzione più obsolete, in quanto in grado di creare oggetti:

  • più leggeri
  • con geometrie più complesse
  • di dimensioni ridotte
  • in pezzi unici o piccole serie
  • con elevate caratteristiche di resistenza meccanica.

Ogni componente stampato in 3D nasce dalla realizzazione del modello STL, che rappresenta in ogni minimo dettaglio il particolare da produrre.
Successivamente, vengono scelte le materie prime, che possono presentarsi in stato liquido (o quasi) oppure in stato polveroso.

La Tomografia MotivexLab: il cuore dei suoi componenti

Ogni livello del prodotto ha come superficie di costruzione lo strato precedente, permettendo così al componente ultimato di essere più leggero e di creare meno spreco di materiale.
Tant’è che quando vengono utilizzate le polveri metalliche (molto di frequente nel settore automotive), quelle non impiegate al termine del processo possono essere recuperate e riciclate per una nuova produzione.

Grazie all’Additive Manufacturing è possibile abbandonare metodi di produzione che portavano ad un enorme spreco di tempo e materiale.

Parlando di additive manufacturing, viene subito in mente la prototipazione rapida: un’insieme di tecniche industriali che permette la realizzazione di un prototipo finito a partire dal modello CAD.
La prototipazione rapida (o rapid prototyping) permette infatti la realizzazione di un prototipo i tempi sensibilmente ridotti.

Va da sé che il modello CAD in questa fase è essenziale.
Se però parliamo di campionatura già prodotta, potrebbe capitare che il modello, magri troppo vecchio, sia andato perduto.

La Tomografia MotivexLab può contenere elementi di grandi dimensioni

Qui, finalmente, arriva in nostro aiuto la Tomografia Industriale Computerizzata.
Grazie a questo strumento di avanguardia, siamo oggi in grado ricorrere alla tecnica del Reverse Engineering. Si tratta di analisi grazie alle quali abbiamo la possibilità di risalire al modello CAD di qualsiasi oggetto (purché esso non abbia un peso superiore ai 500 kg ed un diametro superiore ai 1200×700 mm).
Dall’analisi Tomografica si ottiene una nuvola di punti: cioè un insieme di punti caratterizzati da coordinate precise e da valori di intensità collegati. Se necessario la nuvola di punti può essere elaborata attraverso altri tipi di software, al fine di ottenere un’immagine tridimensionale del campione in analisi (ed in seguito il modello CAD relativo).

Il software Tomografico MotivexLab è capace di risalire al modello CAD di qualsiasi oggetto.

In MotivexLab Automotive Test Express, hai la possibilità di trovare una Tomografia all’avanguardia, e tecnici  esperti e costantemente formati come previsto dal sistema qualità ISO/IEC 17025.

Tra tutti i controlli non distruttivi esistenti, il controllo tomografico è il miglior alleato per chi vuole misurare, cercare difetti, controllare il giusto posizionamento degli elementi che fanno parte di un manufatto prodotto con stampa 3D e Additive Manufacturing.

Quindi, se hai bisogno di:
– Risalire al modello CAD di un tuo prodotto o della concorrenza
– Controllare che la tua produzione in Additive Manufacturing non presenti difetti
– Controllare che il prodotto finito corrisponda alle matematiche
la Tomografia Industriale Computerizzata è lo strumento adatto alle tue esigenze.

Chiama lo 011.9370516 o scrivi a info@motivexlab.com:
conoscerai il tuo Assistente Tecnico Personale, pronto ad accompagnarti dalla richiesta di informazioni preliminari fino all’emissione e alla interpretazione del certificato di prova.

MotivexLab Automotive Test Express è l’unico Laboratorio accreditato ISO IEC 17025 che garantisce report in 24 ore sulla tua scrivania:

a tomografie di campioni di grandi dimensioni con scansioni multiple senza andare all’estero

a un servizio di tomografia  just in time per rilevare difetti, controllare matematiche e risalire a modelli CAD

a un Assistente Tecnico Personale che ti segue dalla prima richiesta di informazioni alla discussione del certificato di prova