ROBOT NELL’AUTOMOTIVE E CONTROLLO DELLE SALDATURE IN 24 ORE, REALTA’ O FANTASCIENZA?

Ti ricordi quando da piccolo fantasticavi su un mondo pieno di robot?

Benvenuto nel futuro, quei robot ci sono davvero, anche se a volte non hanno l’aspetto che ti eri immaginato da piccolo.

I robot sono presenti nell’industria, dove lavorano al posto degli operai, nelle sale operatorie, dove sostituiscono le mani del chirurgo in interventi delicati, in casa, dove l’aspirapolvere e il taglia erba fanno tutto da soli.

Un recente studio di Credit Suisse, società svizzera di servizi finanziari, prevede che gli investimenti in robot passeranno da 2,8 (anno 2015) a 16 miliardi (2020) nell’agricoltura, da 12 a 18,5 nell’industria e da 2,3 a 10,4 nelle abitazioni. (Fonte Ticinonline).

Robot e controlli saldatura

Nell’industria automobilistica lo studio di Credit Suisse riporta che il costo orario di un robot per l’assemblaggio delle automobili è di circa 2 dollari, mentre un robot di saldatura a punti costa circa 4,50 dollari all’ora.

Diventa quindi facile capire perché le grandi fabbriche piene di operai non esistono più.

Ma non è solo questione di costi.

E’ anche questione di affidabilità e precisione.

Per rimanere nel settore dell’industria automobilistica, tu pensa ai margini di errore e di variabilità tra un giunto saldato da un uomo e uno saldato da un robot.

I robot permettono di standardizzare il processo di saldatura e di mantenerlo inalterato nel tempo, garantendo standard di qualità elevati.

Tutto ciò a patto che il settaggio del robot di saldatura venga fatto a modo.

E qui devo farti una confessione.

Se mi chiamano Lady 24 Ore è per colpa (o merito) dei robot di saldatura.

Forse non lo sai, ma il mio laboratorio prove materiali MotivexLab, nato nel 1998 a Torino, deve la sua caratteristica garanzia “Risultati delle prove sulla tua scrivania in 24 ore, o è gratis” proprio all’esigenza dei miei clienti di mettere a punto i processi di saldatura nel minor tempo possibile.

E per me, minor tempo possibile significa 24 ore.

Ecco dunque svelata l’origine del mio soprannome!

Ma lascia che ti spieghi meglio.

Una linea di saldatura automatica robotizzata rappresenta un investimento molto importante, che deve essere recuperato il più velocemente possibile.

La velocità è richiesta sia dal produttore di robot che vuole essere pagato, sia dall’azienda che ha fatto l’investimento, che vuole iniziare a produrre in fretta e rientrare dei soldi spesi.

Immagina ora che dopo mesi di trattativa e progettazione, la linea di saldatura automatica è finalmente pronta e bisogna solo più procedere con il settaggio delle impostazioni.

Qui entrano in gioco i laboratori prove distruttive sui materiali metallici, che hanno il compito di dire se le saldature sono conformi ai capitolati automotive.

Se fai l’errore di rivolgerti a un laboratorio che non è specializzato nelle problematiche del settore automobilistico, perché è una grossa realtà storica che fa ogni tipo di controllo su un’infinità di materiali, per tutti i settori, avrai l’amara sorpresa di scoprire che per avere gli esiti dei controlli ci vogliono settimane.

Eh sì, perché un’analisi micrografica e macrografica delle saldature richiede lo stesso tempo in tutti i laboratori del mondo, a patto che seguano la norma UNI EN ISO 17639:2013, Prove distruttive sulle saldature di materiali metallici – Esame microscopico e macroscopico dei giunti saldati, che ha sostituito la norma UNI EN 1321: 1996  Prove distruttive sulle saldature di materiali metallici. Esame macroscopico e microscopico delle saldature, e che siano accreditati ISO/IEC 17025.

Ciò che cambia è tutta l’organizzazione che c’è prima e dopo l’esame al microscopio delle saldature.

E per prima e dopo intendo le procedure di emissione dell’offerta, accettazione dell’ordine, identificazione e preparazione dei campioni, interpretazione dei risultati, emissione ed invio del report.

Ora, visto che quando lavori con aziende che producono componentistica automotive, i tempi di risposta degli esiti dei test devono essere just in time, sia che si tratti di mettere a punto un processo di saldatura, sia che si tratti di dire se un materiale è conforme, io per più di 10 anni ho studiato le procedure per garantire ai miei clienti la consegna certa e sistematica dei risultati delle prove in 24 ore.

E da allora mi chiamano Lady 24 Ore.

Ecco cosa dice Marina Pistono, imprenditrice, titolare di Nebiolo srl e CS’N srl, aziende specializzate in verniciatura in cataforesi e saldatura di componentistica automotive.

Invece se tu hai una produzione che non fermi, perché in 24 ore riesci ad avere una risposta del controllo, non hai fermato la produzione, non hai sbagliato 1500 pezzi, e accontenti il cliente.

E tutto questo io l’ho avuto da quando è spuntata MotivexLab, che mi ha dato questa possibilità di avere i controlli veloci, e ho fatto un plus nel mio prodotto per il cliente.

Mi rivolgo a MotivexLab da quando è nata.

Appena l’ho scoperta non l’ho più abbandonata e credo di non poterne fare a meno, oggi, nel mio processo produttivo.

Nel mondo dei laboratori prova immagino, come in tanti altri settori, ci sono tanti similari.

Diciamo che ci sono tanti laboratori che sembrano tutti uguali.

Ma per la velocità no, solo MotivexLab mi garantisce la consegna in 24 ore e senza errori.

E quindi la scelta del laboratorio non va fatta sul costo della prova, ma su quanto ti costa aspettare per settimane i risultati dei controlli.”

Marina Pistono

Nella pratica quando i miei clienti hanno l’impianto di saldatura pronto devono verificare che i robot saldino bene.

Vengono quindi fatti dei campioni saldati e mediante l’esame macroscopico e microscopico delle saldature si determina se i punti o i tratti saldati sono conformi.

I parametri misurati sono la penetrazione, la fusione, la durezza del materiale base, della zona termicamente alterata, del materiale d’apporto.

In caso di saldatura a punti  si procede con la sbottonatura manuale o automatica, si misura il diametro del nocciolo, si verifica che i punti non siamo incollati o bruciati, si verifica l’assenza di difettosità.

E tutto ciò deve essere fatto con estrema rapidità, perché in funzione dei risultati delle prove distruttive delle saldature si modificano i parametri dei robot fino a che non si trova la ricetta giusta per avere saldature perfette.

E quando la ricetta è pronta, si può finalmente avviare la produzione.

E avviare la produzione significa iniziare a fatturare, ripagarsi l’impianto e accontentare il cliente che aspetta i particolari saldati.

Se anche tu vuoi mettere a punto il tuo processo di saldatura robotizzato in fretta e avere la certezza dei risultati dell’esame metallografico delle saldature in 24 ore, telefona allo 011 93 70 516 oppure compila il modulo che trovi qui sotto e in 24 ore avrai i report sulla tua scrivania.

Parola di Lady 24 Ore.

By | 2018-04-23T14:31:23+00:00 febbraio 3rd, 2017|Controllo saldature|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento