Offerte di fine estate. Scopri se esiste davvero la qualità al migliore prezzo quando parliamo di prove di laboratorio per il settore automotive.

Motivexlab I pericoli delle offerte speciali

Ti ricordi i Righeira? Torino oltre ad essere la capitale dell’auto, è anche la città natale di questo gruppo che con tormentoni come Vamos a la playa e L’estate sta finendo, ha fatto da colonna sonora a molte delle mie estati e forse anche delle tue.

L’estate sta finendo, un anno se ne va, sto diventando grande, lo sai che non mi va… in spiaggia di ombrelloni non ce ne son più…
e se ci sono, non sono per te.

Ormai sei in ufficio e se ne riparla tra un anno.

Ah, che colpo al cuore, non ci rimane che guardare le foto dell’estate e canticchiare qualcosa di allegro!
Tra qualche giorno torneranno all’attacco tutti i commerciali del mondo, e tu, probabilmente un po’ per curiosità, un po’ per fare due chiacchiere, accetterai di sentire cosa hanno da proporti.

Visto che so che tra mille proposte tutte uguali non è facile scegliere, voglio dirti quali sono le uniche 2 parole che devi essere ben sicuro di sentire, prima di decidere di comprare qualcosa:

1. La garanzia
2. Le testimonianze

Perché tutto il resto sono Parole, parole, parole.
Oggi ho voglia di cantare e tu?
Se i Righeira non ti piacciono, magari preferisci Mina.
In questi primi giorni dopo le vacanze (e se leggi questo articolo in un altro periodo dell’anno, sappi che la regola è sempre valida) sarai sottoposto al fuoco incrociato di commerciali e rappresentanti delle aziende più diverse.
Qualcuno non lo vorrai nemmeno sentire al telefono e ti basterà leggere la sua email di presentazione e visitare il suo sito per scartarlo, qualcuno invece accetterai di incontrarlo o comunque lo sentirai al telefono o via email.

Sono pronta a scommettere che ci saranno una serie di parole che non mancheranno nelle presentazioni di questi commerciali, qualsiasi sia il tipo di prodotto o servizio venduto.
Cosa scommettiamo? Un caffè?
Dai, andata, ma continua a leggere e vediamo chi vince!

1. La prima parola magica che tutti, tutti, tutti usano sempre è QUALITA’.
Cosa vuol dire qualità?
La qualità non può essere raccontata prima.
La qualità non può essere spiegata da un commerciale, da un sito, da una brochure.
La qualità, se la vogliamo vedere dal punto di vista di chi vende, è un attributo, una certezza che quello che fa è così fatto bene che, contrattualmente mette delle clausole di garanzia, per cui, se qualcosa non va, ti cambia il prodotto, ti rifà il lavoro, ti restituisce i soldi.
La qualità, se invece la vogliamo vedere dal punto di vista di chi compra, è quella cosa che percepisci solo dopo aver usato un prodotto o un servizio e che puoi dichiarare per esempio con una testimonianza. Sei solo tu cliente che puoi parlare di qualità dopo, non ne può parlare il venditore prima per convincerti a comprare! Solo tu puoi dire come ti sei trovato con quel prodotto o servizio. Non ha senso che sia il commerciale a dirti che di sicuro ti troverai bene comprando da lui.

Hai mai sentito dire a qualche commerciale che il suo prodotto/servizio è fatto male, senza qualità e che ti troverai male?

testimonianza Bugnano

Quindi se non ti ricordi l’ultima volta che un commerciale ti ha detto che il suo prodotto/servizio fa schifo, consolati perché non hai perso la memoria!
Tutti, tutti, tutti ti diranno sempre che il loro prodotto/servizio è di qualità.
Peccato che poi però mai nessuno ti dà la prova che è sicuro della qualità del suo prodotto.
Come? Mettendo i soldi sul tavolo.

Se io sono davvero sicura di poter mantenere la mia promessa di servizio, ci metto la garanzia e non dico più che il mio servizio è di qualità, ti dico che hai la garanzia.
E a dirti che il mio servizio è di qualità saranno i miei clienti con le loro testimonianze, non io.

ringraziamento rapidità esecuzione analisi

Servizio puntuale testimonianza

tecnolafer

testimonianza professionalità servizio

Prendi Apple. Apple non ti dice che i suoi prodotti sono di qualità. Non ha bisogno di dirlo, perché ti dice, tu compralo, poi se qualcosa non va, me lo riporti indietro e io te lo sostituisco.
O alla Apple sono matti e vogliono fallire, oppure sanno benissimo che i loro prodotti sono davvero di qualità e quindi avranno percentuali di sostituzione prodotti così basse che non corrono nessun rischio di fallimento.
Anzi. Lo sai che Apple è un marchio che vale 247 miliardi di dollari e che nei primi tre mesi del 2015 ha venduto 34000 iPhone 6 all’ora?

Quanti tuoi fornitori sono in grado di darti la garanzia a sostegno della loro qualità?
Credo nessuno, però stanno tutti a parlare di qualità.
Sono andata su internet e ho aperto a caso la home page di alcune ditte del settore metalmeccanico.
Ti copio e incollo le frasi dove compare la parolina magica qualità!

“La ditta XXXX s.r.l. è da sempre legata ad una filosofia basata su qualità, cortesia e rapidità delle consegne.”

“L’azienda, collocata nelle valli del XXXX, garantisce ai propri clienti realizzazioni dall’elevata qualità, grazie ad un’attenta azione di verifica eseguita in ogni fase della produzione.”

“La vasta esperienza acquisita negli anni e l’utilizzo di macchinari innovativi ci permette di produrre articoli di qualità a costi contenuti.”

“L’azienda tratta esclusivamente i migliori marchi del settore per garantire lavori di qualità e duraturi nel tempo, chiamaci per il tuo preventivo personalizzato!”

Diverso se i potenziali fornitori invece che parlarti a vanvera di qualità, ti mettono la GARANZIA per dimostrarti la loro qualità. E la GARANZIA può essere una garanzia sul prodotto o sul servizio. Per esempio è assolutamente normale nei paesi anglosassoni fornire la garanzia soddisfatto o rimborsato.

Qui in Italia invece diciamo che è un po’ meno abituale e visto che siamo il popolo capace di arrangiarsi, la garanzia visto che non la dà chi vende, se la prende chi compra.

Come? Lo sai benissimo. Chi compra si fa un fondo di garanzia chiedendo sconti e posticipando i pagamenti.
Della serie: “Ti pago meno di quel che chiedi perché mi darai meno di quello che prometti e finché non sono sicuro che tutto è ok, non ti pago”.
Ed ecco che allora ti troverai perseguitato da frotte di venditori che pur di prendere il lavoro accetteranno qualsiasi condizione, e questo sì che andrà a scapito della qualità.

Oltre un certo prezzo la qualità scade per forza.
Se no, non si capisce perché in giro ci sono certi tatuaggi.
Ti è capitato di vedere in spiaggia dei tatuaggi così brutti da chiederti se chi li ha fatti ha avuto anche il coraggio di farsi pagare?
Sicuramente se hai visto dei mostri tatuati, puoi stare sicuro che il tatuatore ha convinto il cliente con il prezzo più basso degli altri o con il pagamento a rate. Spesso con tutte e due le cose.
E il risultato qual è stato? Degli scarabocchi indelebili sulla pelle.
Immaginati un po’ se invece il tatuatore fosse stato veramente sicuro della qualità dei suoi tatoo.
Alla richiesta di sconti e pagamenti a rate avrebbe risposto: “Guarda io costo così e non ti faccio né sconti né  pagamenti a rate, qui hai un catalogo di tutti i lavori fatti e questi sono i miei clienti con nome e cognome, li puoi contattare  su Facebook e chiedergli come si sono trovati con me, inoltre ti do la garanzia che se non sarai completamente soddisfatto del tatoo,  andremo a ridefinire forma e colori finché non sarà perfetto.”
Diverso eh? Tu da chi ti faresti fare un tatuaggio? Da chi ti dice costo poco e mi paghi quando vuoi, ma se ti faccio una schifezza te la tieni tutta la vita sulla pelle o da un professionista serio che non fa il piazzista parlando di alta qualità al miglior prezzo?

L’alta qualità al miglior prezzo non vuol dire niente.
Chi vende dovrebbe lavorare con etica. Non soddisfare le esigenze di tutti in qualsiasi modo. Se sono un tatuatore serio, ti dico che un tatuaggio da pochi euro non te lo posso fare, perché quello non è un tatuaggio ma è una macchia d’inchiostro. E io non mi sento di rovinare qualcuno per sempre per pochi euro. In giro credo sia pieno di tatuatori improvvisati che rovinano la gente per pochi spicci.

2. La seconda parolina magica è in realtà un insieme di 3 parole SODDISFARE RICHIESTE CLIENTI

Anche qui per farti vedere che non mento ti metto le frasi trovate su siti di aziende metalmeccaniche aperti a caso:

“L’officina si pone da sempre l’obiettivo di soddisfare al meglio le richieste dei propri clienti grazie al continuo miglioramento dell’efficienza tecnica e della propria professionalità.”

“L’esperienza maturata negli anni e l’acquisizione di una vastissima gamma di stampi da tornitura e stampaggio le hanno permesso di soddisfare le molteplici richieste e particolari esigenze della clientela, adattando e dimensionando le attrezzature già esistenti o producendole ex novo, avvalendosi di tecnici selezionati, su disegno del cliente, garantendo l’esclusività del prodotto.”

“Il continuo contatto con problematiche e soluzioni diverse applicate nei più diversi settori, dall’alimentare al movimento terra, dalla siderurgia alla plastica, solo come esempio, hanno formato la nostra esperienza portandoci a soddisfare le particolari necessità di ogni cliente.”

Soddisfare le richieste dei clienti è lo scopo di qualsiasi azienda. Non c’è bisogno di dirlo. Ma bisogna scegliere quale esigenza soddisfare, per quale tipo di cliente. Non si possono soddisfare tutte le esigenze per tutti i clienti. Se vendo frutta fresca non potrò soddisfare anche l’esigenza di chi vuole verdura in scatola.

Sembra banale ma il dramma è che di questi tempi, visto che c’è la crisi, i commerciali pensano di poter vendere di più se si mettono a promettere tutto per tutti. Ed ecco che allora saltano fuori frasi come quelle appena lette. Ma davvero sei in grado di fare tutto per tutti?

Prendiamo l’esempio del tatuatore. Davvero sei bravissimo a disegnare cavalli, ranocchie, fiori, pirati, leoni, angeli e guerrieri?  Se fossi l’uomo della foto in alto, non avresti fatto meglio ad andare da un tatuatore specializzato in cavalli alati? Pensaci.
Pensaci la prossima volta che ti propongono prove di laboratorio per tutti i settori, su tutti i materiali, aggiungendoti servizi di formazione, taratura e qualifica di personale e prodotto.

Le parole qualità, soddisfare esigenze clienti possono voler dire tutto e niente. Ciò che devi cercare è una risposta concreta alla tua reale necessità.
Se per esempio hai bisogno di avere la certezza che domani avrai sulla scrivania i risultati delle prove di laboratorio su componenti metallici per il settore automotive, allora telefona ora allo 011 93 70 516 oppure compila il modulo qui sotto. E se non mantengo la promessa, ti restituisco i soldi.

Credo di aver stravinto la mia scommessa, per cui sarò ben lieta di farmi offrire il caffè!

Loro l’hanno già fatto:

Passo e chiudo.

Elisabetta Ruffino

 

By | 2017-05-18T02:05:32+00:00 agosto 20th, 2015|Consegna urgente garantita|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento