PERCHE’ MOTIVEXLAB E’ UN MIRACOLO ITALIANO, ANZI NON LO E’.

Domenica 6 agosto 2017, sono stata ospite come rappresentante di MotivexLab della trasmissione radiofonica di Rai Radio 2 Miracolo Italiano, condotta da Fabio Canino e La Laura.

Essere ospite di una trasmissione che si chiama Miracolo Italiano mi ha riempito di orgoglio.

E’ bello quando la tua azienda, che tra l’altro si occupa di cose estremamente tecniche come le prove di laboratorio sui materiali per l’automotive, viene accostata alla parola miracolo.

C’è però una cosa che desidero puntualizzare soprattutto per te che sei un responsabile qualità e meriti molto più di affidarti ai miracoli che i tuoi fornitori riescono a fare per accontentare le tue richieste.

La parola miracolo lascia presagire qualcosa di eccezionale, di fuori dal normale, di impossibile che si realizza solo grazie all’aiuto divino.

Ecco, MotivexLab è stata ospite della trasmissione della RAI e spesso diventa una notizia pubblicata su giornali nazionali come La Stampa che ha parlato di noi come l’azienda dove la giornata di lavoro inizia leggendo un libro, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, perché rappresenta un’eccezione, un’azienda modello dove si lavora bene anche grazie a tecniche di team building un po’ particolari.

E quando dico lavorare bene intendo dire sia che l’ambiente di lavoro è piacevole, sia che si alzano continuamente gli standard di servizio al cliente.

Lascia che ti racconti come è nata l’idea di creare MotivexLab® e di come MotivexLab® è proprio il contrario di un miracolo.

Inizialmente i tempi di consegna del report nel nostro laboratorio erano fissati nei 5 giorni lavorativi.

I clienti erano contenti, perché comunque 5 giorni lavorativi che mediamente si riducevano a 3, rispetto alle settimane che dovevano aspettare se si rivolgevano ai loro fornitori precedenti, erano già tempi che gli permettevano di risolvere gran parte dei loro problemi in fretta.

E di far risparmiare un sacco di soldi alle loro aziende.

Spesso però alcuni clienti si trovavano in seria difficoltà a causa di un fermo linea, di una non conformità trovata dai clienti, rischiavano addebiti o dovevano difendersi da un reclamo e allora ci chiedevano il miracolo di consegnargli i risultati delle analisi anche in giornata.

Il costo dei contenziosi è davvero alto nel settore automotive, e non c’è tempo da perdere.

In laboratorio quindi piano piano, si apprendevano le tecniche e le procedure per mantenere i requisiti di competenza e imparzialità dettati dalla norma internazionale di accreditamento dei laboratori, la ISO IEC 17025, e allo stesso tempo consegnare i report nei tempi utili per i clienti.

Cosa succedeva però, che pian piano si creavano clienti di serie A e clienti di serie B, quelli a cui si faceva il piacere di consegnare i report ancora più in fretta, rispetto agli altri clienti che dovevano accontentarsi dei 3/5 giorni dichiarati in offerta.

Quindi i clienti di serie A ricevevano i report entro 24 ore, gli altri aspettavano in media 3 giorni, i più sfortunati 5 giorni.

Questo sistema di far passare avanti le commesse più urgenti, creava anche un grosso problema di organizzazione e pianificazione dei lavori, con conseguenti incomprensioni e tensioni con i tecnici di laboratorio, che subivano continui cambi di programma e si trovavano a saltare da una commessa a un’altra tentando di accontentare tutti.

In un clima così teso, il rischio di fare errori era molto alto, e in più non accontentava neanche il cliente, perché comunque non aveva la certezza della data di consegna del report, ma rimaneva in attesa che il miracolo si compisse, così come gli avevamo promesso.

Un sistema di lavoro sicuro ed efficiente, come deve essere quello alla base di un laboratorio prove, non può essere affidato alla buona volontà dei tecnici e alla speranza che si riesca a mantenere la promessa di fare un miracolo per il cliente che ha una seria necessità di ricevere i report il più in fretta possibile.

È un sistema basato sul miracolo, quindi non scientifico, non sistematico, non ripetibile.

Non accettabile.

Un bel giorno, parlando con Paolo Pollacino, il fondatore del laboratorio, ci è parso chiaro che se avessimo applicato a tutti i clienti la stessa procedura che utilizzavamo per i clienti “miracolati”, avremmo potuto aiutare un numero maggiore di responsabili qualità a venire a capo del loro problema di controllo qualità dei materiali.

Allora è iniziato un lavoro di definizione minuto per minuto dell’iter di accettazione, esecuzione delle prove, emissione del report, consegna degli esiti, che garantisse la consegna in 24 ore per tutti.

Quando ci siamo resi conto che la nostra promessa poteva sembrare l’ennesima trovata pubblicitaria e avendo testato la nostra procedura su migliaia di casi, abbiamo deciso che avremmo messo una garanzia sulla nostra parola, per cui ci avremmo messo sia la faccia, che i soldi, così tutti si sarebbero resi conto che non era uno scherzo.

E così è nato MotivexLab®, l’unico laboratorio che ti consegna gli esiti delle prove in 24 ore e se ritarda, ti restituisce i soldi delle prove.

Naturalmente per arrivare al livello di perfezione delle nostre procedure che ci permettono di garantire un risultato così, abbiamo dovuto fare delle scelte.

Abbiamo dovuto iniziare a dire di no a tutta una serie di clienti che ci facevano perdere tempo prezioso e che non riuscivamo comunque ad accontentare:

  • clienti che non si rendono conto di come i costi di scarti e non conformità galoppano perché non si ricevono i risultati dei test di laboratorio in fretta e aspettano di ricevere l’offerta più economica, fosse anche di un solo euro!
  • clienti che pagano le prove con calma. Io non posso fare le prove per tutti: ogni giorno posso accontentare un numero limitato di clienti, quindi chi si prenota per primo e paga le prove, passa davanti agli altri.
  • clienti che si accontentano di un centro che si occupa di servizi per la qualità ad ampio raggio e non pretendono la specializzazione nel settore automotive: dall’emissione di patentini per saldatori alla formazione, alla consulenza, alla marcatura CE, alle prove sulle plastiche, olii, gomme, acque, ceramica per i settori più diversi (avio, ferroviario, ambiente, materiali da costruzioni ecc.).

All’inizio tutti ridevano quando dicevamo che in 24 ore si può testare il materiale automotive e bloccare una non conformità.

Così come tutti ridevano quando dicevamo che si può iniziare la giornata di lavoro leggendo un libro.

Oggi non ride più nessuno e MotivexLab viene addirittura paragonata ad un miracolo italiano, anche se come vedi non si tratta di un miracolo, ma del nostro sistema di lavoro.

Vuoi saperne di più?

Leggi il libro che racconta la nostra storia su  www.libromotivexlab.com

Scoprirai anche chi è stato il primo a chiamarmi Lady 24 Ore.

By | 2018-04-23T13:38:34+00:00 agosto 7th, 2017|Senza categoria|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento