Come non fare la coda e scegliere la Corsia Preferenziale per avere i Report in 24 ore sulla tua Scrivania, o è Gratis.

Motivexlab non fare code

Vuoi far parte anche tu del Club Esclusivo di quelli che non aspettano e non fanno le code?

Se l’ultimo rientro dalle ferie è stato un incubo e hai giurato che non farai mai più la coda in vita tua e quindi hai pensato di comprare il Telepass, per avere accesso alle corsie preferenziali di quelli che non perdono tempo ad aspettare il loro turno, ho una brutta notizia per te.

Lo so che non è carino darti il benvenuto in questi primi giorni dopo le vacanze, dandoti subito delle brutte notizie che riguardano il tuo lavoro, ma preferisco dirti subito quale è la brutta realtà che ti aspetta, piuttosto che farti illudere che quest’anno sarà migliore dell’anno passato.

Anche quest’anno il tuo capo ti maltratterà, non capirà il buon lavoro che stai facendo, ti darà la colpa per fatti che non rientrano sotto la tua responsabilità, i clienti avranno pretese impossibili, ma soprattutto tornerai spesso a casa stanco ed esasperato per colpa dei fornitori che sono solo bravi a mandare pubblicità e a non mantenere le promesse.
E proprio i fornitori saranno quelli che ti faranno aspettare.
E quando aspetterai ciò che i fornitori devono consegnarti, ti sentirai impotente e frustrato, esattamente come ti sei sentito impotente e frustrato in coda al casello al rientro dalle ferie.

Hai giurato che avresti solo più percorso la corsia privilegiata e non quella di coloro che esauriscono in coda aspettando il proprio turno? Spiacente di dirti che non ti basterà un Telepass.

Poi magari tu il Telepass non lo compri neanche perché non ti conviene visto che fai pochi viaggi all’anno e costa troppo.
Se sei tra quelli a cui non conviene comprare il Telepass, stai tranquillo perché non è colpa tua se hai fatto la coda al casello. E’ normale.
Milioni di persone in viaggio più o meno negli stessi giorni e negli stessi orari, ed ecco che si forma la coda. E tu ti trovi lì, immobile, sotto un sole cocente, con il volante tra le mani e imprechi. Poi pensi, possibile che non c’è un’alternativa?
Le tue esigenze e i tuoi impegni ti impediscono di programmare il viaggio in orari e giorni meno trafficati, e quindi no, non hai alternative che stare lì in coda e aspettare che sia il tuo turno per immetterti in autostrada o pagare il pedaggio.
Non hai alternative perché o parti per le ferie più tardi, o rientri a casa prima, ma giustamente non vuoi rinunciare neanche a 1 giorno di mare o di montagna. Perché già sono pochi i giorni di vacanza e quindi è meglio fare la coda.
Ciò che ti serve allora è tanta santa pazienza, come la chiamava mia nonna, per affrontare il traffico e il disagio che ti crea rimanere imbottigliato.
Io quando mi trovo imbottigliata nel traffico mi sento come un leone in gabbia. Conosco persone che soffrono di claustrofobia che hanno il terrore di rimanere bloccate in autostrada.

Tu come ti senti  quando ti trovi bloccato per colpa di fattori esterni che non dipendono da te, come i tempi di consegna dei fornitori?
Ti senti mai irrequieto come una belva rinchiusa dietro alle sbarre, perché non puoi fare niente di fronte al fornitore che ti obbliga ad aspettare per giorni e giorni ciò di cui hai bisogno?
Prova a pensare all’ultima volta che hai dovuto aspettare, dì la verità, ti sei sentito male?

Quando devi aspettare i risultati delle analisi di laboratorio prima di dare avvio alla produzione, o per fermare una lavorazione non conforme, conoscendo i costi che ogni minuto d’attesa genera, anche tu ti senti come un leone affamato che non può correre dietro alla gazzella, perché rinchiuso in una gabbia?

Sono abbastanza sicura che anche tu conosci molto bene i costi generati da procedure di controllo e sorveglianza che le case automobilistiche mettono in atto per controllare i loro fornitori che hanno prodotto componenti non conformi, che magari hanno generato campagne di richiamo.
Lo sapevi che nel 2014 sono state richiamate 64 milioni di vetture per difetti di vario genere?
Per curiosità vai a leggere questo articolo

http://www.cbsnews.com/news/the-most-hated-car-in-america/

dove trovi anche la classifica delle automobili più odiate dagli americani.
64 milioni di auto richiamate nel 2014!
Pazzesco vero?

La tua azienda non è mai stata sottoposta a una procedura di controllo e sorveglianza da parte dell’azienda automobilistica vostra cliente?
Se sì, saranno giunte anche alle tue orecchie informazioni sui costi da sostenere in questi casi e gli addebiti che avete rischiato o avete pagato!

Quando il tuo cliente trova del materiale non conforme tra quello che gli avete consegnato, tu, nel ruolo di responsabile qualità di una fabbrica che produce componentistica per l’automotive, sei sottoposto alla richiesta pressante di risultati delle prove distruttive di laboratorio in fretta. Molto in fretta. Il più in fretta possibile.
Peccato che tu sei sempre un leone in gabbia, e devi sottostare al servizio e alle tempistiche che ti impone il tuo laboratorio interno o quello esterno di fiducia.
Speri che i risultati delle analisi arrivino velocemente.
Se non arriveranno subito, non riuscirai a finire la relazione con i dati delle analisi che ti ha chiesto il cliente; il tuo capo ti farà fermare fino a tardi o ti farà lavorare di sabato per discutere insieme a te gli esiti delle prove.

Mentre speri che tutte queste cose non capitino per colpa dei risultati delle prove di laboratorio che arrivano dopo giorni e giorni, non ti resta che aspettare.
Il problema sai qual è? Che nel settore dei laboratori di prova è pieno di centri che si occupano di mille attività e vendono di tutto, dalle analisi sui materiali ai consumabili per laboratorio, alle qualifiche dei saldatori, ai controlli non distruttivi per l’avio o il navale, alle tarature degli strumenti, alla certificazione CE dei prodotti…
Peccato che tu sai che avere i risultati delle prove distruttive in fretta è fondamentale come per il leone inseguire e mangiare la gazzella per continuare a vivere.

Probabilmente hai già avuto brutte esperienze con laboratori strutturati per lavorare così, occupandosi di tutto per tutti e senza garanzia della velocità di consegna dei report. Questo succede non perché chi ci lavora dentro non è una brava persona, perché di sicuro lo è, e di sicuro sarà anche competente, ma proprio perché consegnarti i report in 24 ore sulla tua scrivania, o è gratis, richiede un’organizzazione e una specializzazione che chi fa tutto per tutti non può darti, neanche se è una bravissima persona, gentile e disponibile.

La mia promessa come vedi è molto semplice:

REPORT IN 24 ORE SULLA TUA SCRIVANIA, O E’ GRATIS.

Quindi ecco i 3 elementi ai quali devi prestare molta attenzione prima di scegliere il fornitore:

1) REPORT IN 24 ORE
2) SULLA TUA SCRIVANIA
3)O E’ GRATIS.

Troppo bella la mia promessa per essere vera?

Si devo ammetterlo, la fregatura c’è, ed è che MotivexLab™ è solo prove distruttive, solo sui materiali metallici, solo per il settore automotive.
MotivexLab™ non può essere lo specialista di tutte le tipologie di prove e controlli per tutti i settori industriali e per tutti i tipi di materiali.

Quindi MotivexLab™ non può accontentare tutti, e io non so se tu rientri tra quelli che possono far parte dei privilegiati che non impazziscono ad aspettare i report, che non si fermano mai fino a tardi al lavoro o che non devono inventare scuse per giustificare il ritardo coi clienti, per colpa dei certificati di prova inviati senza fretta.
Questo perché già dare consulti sui materiali metallici utilizzati dall’industria automobilistica, e soprattutto, farli nei tempi adatti alle esigenze del sistema di produzione delle maggiori case automobilistiche mondiali, è difficile, infatti richiede un’organizzazione perfetta, figurarsi un po’ se uno dovesse trasformarsi in un tuttologo che si occupa di tanti altri settori e di tutti i materiali.
Si può fare, per carità, lo fanno in tanti, ma a pagare per questa dispersione di energie, alla fine sarai tu. Sì, con l’attesa. Come al casello.

L’articolo americano di cui parlavamo prima come hai visto riporta un dato sconvolgente: nel 2014 le auto richiamate dal mercato per sostituzione di componenti non conformi, sono state 64 milioni.
Puoi immaginare a quanti bilioni di dollari di costi corrisponde il richiamo di un numero del genere di vetture?
La causa? A monte pochi controlli di qualità.
E sai perché non vengono fatti i controlli?
No, non perché costano (chi non ha i soldi per controllare la qualità delle sue produzioni è destinato a fallire e probabilmente è già stato espulso dal mercato dopo la crisi del 2008), visto che chiunque sa che le prove di laboratorio costano infinitamente di meno dei costi da sostenere in caso di non conformità che generano addebiti e campagne di richiamo da parte dei produttori di automobili.

Nel 2014 sono state richiamate dal mercato 64 milioni di automobili, e le prove di laboratorio che proteggono le aziende da costi impressionanti per addebiti e campagne di richiamo, spesso non vengono fatte perché non c’è il tempo.

I tempi del sistema produttivo del settore automotive sono così ristretti che spesso, quando si riceve il materiale, bisogna avviare immediatamente la produzione e così non c’è il tempo di controllarlo prima di metterlo in lavorazione.
Risultato? Materiali non conformi che una volta trasformati in componenti automotive non rispondono alle caratteristiche strutturali e funzionali per i quali è stata fatta la progettazione, e che quindi devono essere sostituiti non appena ci si accorge dell’anomalia.

Se però i report vengono consegnati entro 24 ore, o è gratis, le cose potrebbero cambiare.

testimonianza Bugnano

Tanti mi chiedono

Elisabetta, ma perché metti le testimonianze dei tuoi clienti soddisfatti con nome e cognome? Non hai paura che i concorrenti te li rubino?
Onestamente non credo sia una grande strategia cercare di rubare clienti soddisfatti a chi gli dà una garanzia chiara e precisa di ciò che farà per loro, che nel mio caso è la garanzia che avrai i report sulla tua scrivania in 24 ore, o è gratis.

Ma ciò che mi interessa di più è dare la possibilità a chi come te non è ancora convinto di ciò che prometto, di contattare direttamente chi ha già usato il mio laboratorio, e chiedergli direttamente come è stata la sua esperienza.
Perché va bene leggere le email di ringraziamento che riceviamo quotidianamente in laboratorio come quelle che trovi qui sotto, ma sentirsi raccontare a voce il servizio riservato ai clienti privilegiati che scelgono la corsia preferenziale dei report in 24 ore sulla tua scrivania o è gratis, ti dà maggiore sicurezza.

ringraziamento rapidità esecuzione analisi

eefficientissimi invio offerta

sempre più veloci

professionalita e velocita

email ringraziamento Valentina

Servizio puntuale testimonianza

Io capisco che giustamente tu non vuoi essere il primo che si affida a un nuovo fornitore che non conosce. Hai paura di rimanere fregato.

**********************************************************************

Per cui quando cerchi un nuovo fornitore non ti resta che fare 2 cose:

1-chiedere direttamente al nuovo fornitore se ti fregherà, ma dubito che troverai un commerciale o un sito internet che ti dirà che sì, il suo servizio non sarà mai all’altezza delle tue aspettative.

2-ascoltare e guardare in faccia chi il servizio l’ha già provato sulla sua pelle.

**********************************************************************

Ora però, se vuoi essere anche tu come loro e sentirti come quelli che passano col Telepass, o come il leone che quando ha fame rincorre fiero la sua gazzella, invece che aspettare, chiama lo 011 93 70 516 oppure compila il modulo qui in basso e richiedi un consulto gratuito per capire se anche tu puoi far parte del Club dei Privilegiati che non aspettano i risultati delle analisi per più di 24 ore, se no è gratis.

Passo e chiudo.

Elisabetta Ruffino

By | 2017-05-18T02:02:36+00:00 settembre 1st, 2015|Consegna urgente garantita|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento