SAPER CAMBIARE PARADIGMA E REGOLE DEL GIOCO

Sono sempre stata imprenditore, anche quando lavoravo nell’ospizio o nella casa editrice, anche quando sulla carta ero dipendente di qualcuno. Questo perché mi sono sempre mossa come tale, e anche tu puoi farlo, qualunque sia la tua condizione attuale.

Anche tu puoi seguire il fuoco, per spostarti dalla frustrazione di oggi e lavorare con forza per dare e ottenere fiducia, creando futuro per te stesso e per chi ti sta intorno.

Imprenditore è colui che è capace di vedere il vuoto e di colmarlo. Se ci fosse già tutto, nel mondo, non ci sarebbe lo spazio per creare cose nuove. L’insoddisfazione, la frustrazione che noi ogni giorno viviamo come consumatori, come utenti, come studenti, come pazienti, illuminano il costruttore di futuro che c’è in noi (l’imprenditore, appunto) su ciò che dovrà fare per riempire quel vuoto.

Paolo Pollacino e Elisabetta Ruffino nella sede di MotivexLab

Paolo Pollacino e Elisabetta Ruffino nella sede di MotivexLab

 

Ben venga dunque la nostra abitudine a vedere le cose che non vanno, a patto che da quella frustrazione nascano la forza e la fiducia per fare azioni che creano futuro: ciò che ancora non c’è. In questo modo allarghiamo il mondo. All’imprenditore non basta il mondo che c’è, vuole di più, vuole tutto e subito. Perché sa che può desiderare tutto e può, anzi deve, farlo subito. Se rinuncia all’azione, alla rapidità, poi la cultura del va tutto male, del lascia stare, del dove vai, non vedi che c’è la crisi, lo soffocherà. L’imprenditore si sente libero di immaginare, non si accontenta di ciò che si sa già, di ciò che già si prova, di ciò che già esiste.

Nel progettare il servizio in 24 ore, Paolo ed io abbiamo immaginato cosa significasse questo per noi, per la nostra azienda, per chi lavora con noi, per chi usufruisce di questo servizio, che finalmente può rientrare in orario a casa la sera perché non deve aspettare i ritardi dei fornitori. A questo punto lasciami aprire una piccola parentesi su come è nata l’idea di creare il marchio MotivexLab®.

Inizialmente i tempi di consegna del report erano fissati nei 5 giorni lavorativi.

I clienti erano contenti, perché comunque 5 giorni lavorativi (che mediamente si riducevano a 3), rispetto alle settimane che dovevano aspettare se si rivolgevano ai loro fornitori precedenti, erano già tempi che gli permettevano di risolvere gran parte dei loro problemi in fretta e di far risparmiare un sacco di soldi alle loro aziende.

La velocità e il mondo dei rally è stata la palestra di formazione per Paolo Pollacino. La velocità è da sempre nel DNA di MotivexLab

La velocità e il mondo dei rally è stata la palestra di formazione per Paolo Pollacino. La velocità è da sempre nel DNA di MotivexLab

 

Spesso però alcuni clienti si trovavano in seria difficoltà a causa di un fermo linea, di una non conformità trovata dai clienti; rischiavano addebiti o dovevano difendersi da un reclamo, e allora ci chiedevano il miracolo di consegnargli i risultati delle analisi anche in giornata.

Già in MTC, quindi, piano piano, si apprendevano le tecniche e le procedure per mantenere i requisiti di competenza e imparzialità dettati dalla norma internazionale di accreditamento dei laboratori, la ISO/IEC 17025, e allo stesso tempo consegnare i report nei tempi utili per i clienti.

Succedeva però che, pian piano, si creavano clienti di serie A e clienti di serie B: quelli a cui si faceva il piacere di consegnare i report ancora più in fretta, rispetto agli altri clienti che dovevano accontentarsi dei 3/5 giorni dichiarati in offerta.

Quindi i clienti di serie A ricevevano i report entro 24 ore, gli altri aspettavano in media 3 giorni, i più sfortunati 5 giorni.

Questo sistema di far passare avanti le commesse più urgenti creava anche un grosso problema di organizzazione e pianificazione dei lavori, con conseguenti incomprensioni e tensioni con i tecnici di laboratorio, che subivano continui cambi di programma e si trovavano a saltare da una commessa a un’altra tentando di accontentare tutti.

MotivexLab è diventato un metodo

MotivexLab è diventato un metodo, applicabile ad ogni realtà. Elisabetta Ruffino lo porta nelle Università e tra le giovani generazioni di futuri imprenditori

 

In un clima così teso, il rischio di fare errori era molto alto, e in più non soddisfaceva neanche il cliente, perché comunque non aveva la certezza della data di consegna del report, ma rimaneva in attesa che il miracolo si compisse, così come gli avevamo promesso.

Un sistema di lavoro sicuro ed efficiente, come deve essere quello alla base di un laboratorio prove, non può essere affidato alla buona volontà dei tecnici e alla speranza che si riesca a mantenere la promessa di fare un miracolo per il cliente.

È un sistema basato sul miracolo, quindi non scientifico, non sistematico, non ripetibile.

Non accettabile.

Un bel giorno, parlando con Paolo, ci è parso chiaro che, se avessimo applicato a tutti i clienti la stessa procedura che utilizzavamo per i clienti “raccomandati”, avremmo potuto aiutare un numero maggiore di responsabili qualità a venire a capo del loro problema di verifica dei materiali.

Allora è iniziato un lavoro di ingegnerizzazione del nostro processo produttivo.

Quando ci siamo resi conto che la nostra promessa poteva sembrare l’ennesima trovata pubblicitaria, e avendo testato la nostra procedura su migliaia di casi, abbiamo deciso che avremmo posto una garanzia sulla nostra parola, per cui ci avremmo messo sia la faccia che i soldi, così tutti si sarebbero resi conto che non era uno scherzo.

Tutto e Subito

“Tutto e Subito” è il libro che racconta la storia e il successo di MotivexLab. Questo testo è tratto dalle sue pagine.

E così è nato MotivexLab®, l’unico laboratorio che consegna gli esiti delle prove in 24 ore e, se ritarda, restituisce i soldi delle prove.

All’inizio tutti ridevano, quando dicevamo che in 24 ore si può testare il materiale automotive e bloccare una non conformità.

Tutti ridevano quando dicevamo che avremmo trovato un modo per fare dormire la notte il quality manager, anche se sta causando un fermo linea a una casa automobilistica e il suo capo lo sta massacrando.

Poi, quando hanno visto le testimonianze dei nostri clienti, hanno smesso di ridere.

Ci tengo però a ribadire la filosofia alla base del sistema MotivexLab.

Ciò che io e Paolo abbiamo voluto andare a cambiare era il paradigma del cliente/fornitore.

Tu sei il cliente e io il fornitore, e allora non ci consideriamo persone; ecco no, stiamo lavorando entrambi nella stessa direzione: se non fosse così, allora potremmo essere sostituiti tranquillamente da una macchina.

Io non ti fornisco prove di laboratorio, ti fornisco la serenità di un rapporto di lavoro trasparente, in cui i termini del contratto sono chiari e grazie ai quali tu hai la serenità e la comodità di organizzare i tuoi impegni, le tue azioni correttive, le riunioni con clienti e fornitori, senza doverti umiliare a sollecitare per decine di volte i report al laboratorio e senza scatenare nel tuo capo quel sorrisetto che fa quando gli dici che non è colpa tua se i report non sono ancora arrivati, ma del laboratorio che non ha mantenuto fede agli impegni sui tempi di consegna.

E davvero tu non sei colpevole, perché sei stato obbligato dall’ufficio acquisti a scegliere il laboratorio che costava meno.

Cambiare un paradigma significa disegnare futuro. Cambiare le regole del gioco.


Elisabetta Ruffino, testo tratto dal libro “Tutto e Subito”, edito da Il Salvagente nel 2018

Elisabetta Ruffino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grazie a MotivexLab potrai (finalmente) contare su:

tecnici di Laboratorio specializzati per lo svolgimento della prova;

report chiari e comprensibili;

risultati veloci, sulla tua scrivania in 24 ore.