7 motivi per diffidare di chi ti promette tutte le soluzioni per il controllo qualità dei materiali

Motivexlab diffidare di chi promette

[Se hai un amico pensionato di una grande azienda automotive, che fa il consulente per un laboratorio prove, Non Leggere Questo Articolo.]
Quando hai un problema da gestire riguardo al tuo lavoro di responsabile qualità di un’azienda che produce componenti per il settore automotive, ti serve una soluzione puntuale e veloce.
E quando dico veloce, intendo entro le 24 ore.
Non ti interessa il catalogo completo del tuo fornitore.
Ti interessa l’unico servizio che risolve il tuo problema: prove di laboratorio in 24 ore.

Anzi, un’ampia scelta di soluzioni, ti fa solo perdere tempo e non ti permette di offrire a tua volta le risposte che il tuo responsabile o il tuo cliente ti sta chiedendo.

Le domande alle quali devi rispondere attraverso le prove distruttive di laboratorio di solito sono queste:

– il materiale che ho acquistato è conforme per caratteristiche chimiche, meccaniche, strutturali?
– come produce lo stesso articolo la mia concorrenza?
– perché non riesco a saldare questo componente?
– la prova di saldatura è conforme?
– come mai il vecchio lotto di materiale non mi dava problemi e questo non riesco a stamparlo a freddo?
– la durezza Vickers superficiale è conforme?
– la profondità del trattamento termico rispetta le specifiche a disegno?
– la mia produzione supera i limiti delle prove di contaminazione e pulizia?
– perché il campione si è criccato?
– i valori della prova di trazione rientrano nelle prescrizioni del datasheet?
– questa verniciatura o zincatura, a quante ore di nebbia salina resiste?

Sul mercato ci sono una serie di laboratori per analisi sui materiali che fanno di tutto e di più, e chi come te, opera nel settore automotive, ha bisogno di eseguire delle prove distruttive sui materiali metallici, per rispondere a una di queste domande, si trova a dover perdere tempo solo per capire a quale email mandare la richiesta di prove.
Se poi provi a telefonare è pure peggio: a quale dipartimento devi telefonare per parlare con un responsabile qualificato nelle prove richieste dalle principali case automobilistiche?

Quindi il primo motivo per diffidare dei centri di analisi che si occupano di un po’ di tutto e non solo di prove di laboratorio per il settore automotive, specializzati nella consegna in 24 ore, è che ti fanno perdere tempo solo per capire con chi devi parlare.
Tu conosci qualcuno che lavora nel settore automotive e che non ha fretta di ricevere i report delle prove di laboratorio? 🙂

Il secondo motivo è che tu hai bisogno di un consulto specialistico.

I laboratori che non fanno solo le prove nel settore automotive, quindi che non sono specializzate nelle problematiche legate ai processi, ai materiali e alle normative specifiche delle case costruttrici di automobili, perdono di efficacia nel risolvere il tuo problema.

Sono talmente impegnate a offrire servizi di vario genere (taratura, certificazione dei prodotti, qualifica del personale, corsi in ogni settore per far lavorare qualche consulente amico, approfittando dei fondi europei per la formazione, vendere attrezzature da laboratorio, oltre a fare le prove sui più diversi materiali e per tutti i settori), che non si ricordano più che per prima cosa dovrebbero risolvere la tua esigenza più importante.
Cioè avere un consulto specialistico di un team che è impegnato solo a rispondere a una delle domande fatte sopra, e farlo in 24 ore, non in 24 giorni.

Il terzo motivo è che quando hai male al ginocchio, se vuoi farti passare subito il dolore, non vai dal medico della mutua, vai dall’ortopedico.

Questo ti sembrerà strano, ma se mi segui te lo spiego!

Pensaci, se hai un problema al ginocchio e vai dal medico della mutua, quello che si occupa di un po’ di tutto, è matematico che prima o poi ti siederai di fronte a un ortopedico.
Perché avrai bisogno di risolvere il tuo problema grazie ad un esperto.
Gli specialisti fanno solo una cosa, la fanno meglio e più in fretta del medico della mutua che fa un po’ di tutto.

Allo stesso modo i centri di analisi e consulenza che oltre alle prove per i più diversi settori, tarano gli strumenti di misura, marchiano i prodotti CE, certificano le aziende, rilasciano patentini dei saldatori, tengono corsi su tutti gli argomenti, non ti aiutano.
Questo perché non sono concentrati a risolvere il tuo problema di conformità del materiale metallico, come invece fa il laboratorio metallurgico specializzato nelle problematiche del mondo automotive.
E tra le problematiche caratteristiche del settore automotive, il fattore tempo è importantissimo.
Le produzioni sono organizzate in modo tale che ogni minuto perso costa una follia.

Il quarto motivo è che spesso, questi centri servizi che fanno di tutto nell’ambito del controllo qualità, sono molto bravi a raccogliere fondi e partecipazioni di enti e aziende, ma non hanno lo stesso entusiasmo per darti le risposte che ti servono.

Il servizio clienti è spesso lasciato in mano a centralinisti demotivati che non sanno bene a chi indirizzare le tue richieste.
Quando leggo nelle presentazioni aziendali di questi centri servizi, che sono nati per volontà di consorzi e gruppi di aziende, con partecipazioni di enti pubblici come camere di commercio e enti locali, mi spavento.
Sai cosa significa per te?
Significa che chi controlla il tuo materiale potrebbe essere un dipendente del tuo concorrente.

E io allora, fossi in te, non vorrei aver portato il mio campione a controllare nel laboratorio del mio concorrente.
Preferisco avere la certezza dell’indipendenza e dell’imparzialità di chi opera all’interno di un laboratorio privato, che non appartiene a nessuna azienda e a nessun gruppo di interesse.
E questo è il quinto motivo per diffidare dai centri analisi enormi che fanno un po’ di tutto oltre alle prove e che sono intrallazzati un po’ dappertutto.

Permettimi di dire due parole sul problema dell’imparzialità dei laboratori di prova, nel dare giudizi e interpretare i risultati delle analisi.
Ultimamente molti laboratori di grosse aziende del settore automotive stanno raschiando il barile cercando di vendere anche le prove di laboratorio conto terzi.
Io non voglio entrare nel merito delle scelte aziendali, e alla logica che direbbe che chi fa le macchine dovrebbe fare le macchine, e lasciare fare le prove a chi è specializzato nel fare le prove conto terzi.

Ricorda che solo un laboratorio indipendente garantisce al 100% un giudizio super partes, ossia come quello del giudice che non tiene le parti né dell’accusa né della difesa, ma verifica solo che le leggi siano rispettate.
Ma voglio porre a te una domanda: quanto può essere influenzato il giudizio di un tecnico che dipende direttamente dal tuo cliente?

Potrà essere obiettivo nell’emettere un giudizio di conformità?
Il tecnico di laboratorio sarà condizionato, voglio sperare solo a livello inconscio.
Egli quindi condurrà le prove e le analisi per avvantaggiare il suo datore di lavoro, e così di riffa o di raffa, ci guadagnerà qualcosa anche lui.
Magari la certezza che la sua azienda non fallirà e che quindi lui manterrà il posto di lavoro.

Immaginati un tecnico che, in caso di una non conformità, deve sostenere le tue ragioni contro quelle del suo datore di lavoro, che per tua sfortuna è pure il tuo cliente.

Riuscirebbe a farlo senza subire condizionamenti anche solo inconsci?
Dubito. Io non mi fiderei.
La stessa cosa ti può capitare quando dai le tue prove a un laboratorio che, invece che assumere dei tecnici competenti, si affida ai consulenti in pensione, che lavoravano per l’azienda che oggi è il tuo cliente.

E nel settore automotive è un classico.
Ex dipendenti GrandeCasaCostruttrice, silurati o pre-pensionati che si riciclano come consulenti qualità multi settore, pur di continuare a sentirsi importanti.
Tu in buona fede, affidi a questi personaggi che si presentano come grandi esperti, i tuoi campioni.
Questi tipi, che di solito si fanno chiamare Dottore e Ingegnere anche se non lo sono, e che spesso rubano il lavoro ai giovani (magari tuo figlio non trova lavoro anche grazie a loro), hanno ottenuto l’incarico attraverso giri di amicizie, non per merito e valore.
Questo significa che non sono stati sottoposti a iter di selezione e di abilitazione in base alle competenze, come è obbligatorio fare nei laboratori accreditati secondo UNI EN ISO IEC 17025.
Inoltre sono sempre in debito di un favore verso qualcuno.
E prima o poi lo dovranno restituire il favore.

Non avendo la professionalità richiesta dagli accreditamenti internazionali, che vietano ai laboratori di impiegare personale non a contratto, continuano ad agire secondo modalità ufficiose e reti di amicizie.
Per cui per esempio potrebbero non applicare severe procedure per mantenere il segreto e l’anonimato sui tuoi campioni.
Anzi, proprio per mantenere quella rete di amicizie e raccomandazioni, si sentiranno in dovere di avvisare il tuo cliente che stanno analizzando il tuo prodotto.
Quindi telefoneranno al loro ex collega ancora prima di informare te sugli esiti delle prove e dei test di laboratorio.
Se lavori per il settore automotive questi consulenti sono ex dipendenti di grandi aziende automobilstiche, e visto che quelle rimaste non sono mille, facilmente la stessa azienda è tua cliente.

Ma c’è un altro problema oltre a quello del mantenimento del segreto sui risultati delle tue prove.
Ed è il problema della lentezza con cui ti consegnano i risultati.
Tanto per cominciare, essendo dei consulenti in pensione, non vivono gli impegni lavorativi come pressanti, ma come un hobby da fare a tempo perso.
Poi, visto che lavorano per laboratori che non possono neanche permettersi di assumere regolarmente il personale tecnico, spessonon hanno a disposizione tutte le attrezzature e gli strumenti di prova che servono per analizzare il tuo campione.

Quindi cosa succederà?
Avendoti promesso tutte le soluzioni, anche quelle che non possono soddisfare internamente, andranno a fare le prove usando le apparecchiature che usavano quando ancora lavoravano.
Sì, hai indovinato, il consulente farà le tue prove direttamente a casa del nemico: il tuo cliente!
E vuoi che parlando non salti fuori che il campione che sta analizzando è il tuo?

Ancora una volta, cosa succede se il tuo campione analizzato nel laboratorio del tuo cliente, presenta delle criticità?
Lo verrà a sapere prima il tuo cliente di te.

Un po’ come con le corna, l’ultimo a sapere di averle è il cornuto, e questo è il sesto motivo.

Per quanto riguarda il settimo motivo, lascio la parola a chi ha già deciso di affidarsi al mio laboratorio:


email ringraziamento Valentina

testimonianza cliente soddisfatto

Servizio puntuale testimonianza

Se anche tu vuoi ricevere i tuoi report sulla scrivania in 24 ore telefona allo 011 93 70 516 oppure compila il modulo in fondo alla pagina.

Elisabetta Ruffino

By | 2017-09-22T11:20:14+00:00 maggio 4th, 2015|Prove di laboratorio|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento